La maxi libreria sul Sentierone
La maxi libreria sul Sentierone

Bergamo, 21 aprile 2019 - Si è aperta ieri, sul Sentierone di Bergamo, la 60° edizione della Fiera dei librai, la più antica d’Italia nel settore. Fino a domenica 5 maggio, è in programma un ricco calendario di proposte e iniziative nella grande libreria creata nel salotto buono della città, pronta ad accogliere numerosi ospiti e un pubblico sempre più internazionale. QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

«Promuovere la lettura – rimarca l’assessore comunale alla Cultura, Nadia Ghisalberti – significa promuovere una maggiore conoscenza. Bergamo è stata nominata “Città che legge” e lo deve alla Fiera dei Librai, al Premio Narrativa e a tutto il sistema bibliotecario del territorio bergamasco». Oltre un centinaio gli incontri con gli autori: dopo Maurizio de Giovanni, che ha aperto la serie, si segnalano Gianvito Martino, Filippo Solibello, Omar Pedrini, Andrea Sesta, Mimmo Gangemi, Vittorio Sgarbi, Eraldo Affinati, Alberto Schiavone, Lucrezia Lerro, fino ad arrivare al filosofo Massimo Cacciari e al premio Pulitzer Jhumpa Lahiri. Vasta l’offerta tra romanzi, saggi, manuali e racconti per bambini. «Ci auguriamo che questa manifestazione possa avvicinare ancora di più il pubblico ai libri e alla lettura – sostiene il presidente di Confesercenti Bergamo, Elena Fontana – e che riconosca ai nostri librai un grande successo. Il tema scelto per questa edizione, “Nuovi mondi”, vuole accompagnare i lettori alla scoperta di nuove realtà che soltanto un buon libro può far conoscere».

La Fiera vanta, inoltre, un sistema organizzativo realizzato dai librai in prima persona; librai indipendenti della provincia che, facendo squadra, hanno saputo reinventarsi e adattarsi, anticipando spesso alcune soluzioni del mercato, come sottolinea il presidente della Provincia di Bergamo, Gianfranco Gafforelli.