Uno spettacolo del Busker Festival
Uno spettacolo del Busker Festival

Sarnico (Bergamo), 25 luglio 2019- Teatro, giochi e musica, tutti rigorosamente en plein air. Prende il via la XXI edizione del Sarnico Busker Festival, la kermesse internazionale dell’arte di strada tra le più popolari d’Italia, organizzata da Pro-Loco Sarnico. Da oggi a domenica, la contrada medievale tra il lago e il centro storico si trasformerà in un suggestivo palcoscenico pronto ad ospitare le performance più incredibili di 150 artisti di strada, 40 compagnie internazionali, nazionali e locali, per oltre 200 spettacoli distribuiti lungo 24 postazioni, 18 a Sarnico e 6 a Partico.

Tra le proposte messe in scena dagli artisti spiccano le esibizioni di cirque nouveau, circo acrobatico, teatro di figura, urbano e danza, giocoleria con il fuoco, acrobatica aerea su teli e trapezio, funambulismo ed equilibrio, mimo, teatro di burattini e musica. Tra gli eventi più attesi, al primo posto figurano le atmosfere del carnevale brasiliano portate in terra bergamasca e un suggestivo spettacolo di “sand art”, dove magiche storie prendono forma “scenica” sulla sabbia; ci sarà anche Girlesque, la street band italiana al femminile guidata da giovani musiciste toscane che suonano e ballano coinvolgendo il pubblico in uno spettacolo mozzafiato. Tante saranno le street band, protagoniste assieme a ballerini, dj e giocolieri che accompagneranno il pubblico per le vie della contrada Sarnico, mentre i più piccoli potranno dilettarsi tra giochi interattivi e laboratori didattici.

«Nato vent’anni fa dalla volontà di portare spettacoli artisticamente variegati e qualitativamente elevati, in un territorio ricco di storia e di cultura – ricorda con un pizzico d’orgoglio il sindaco di Sarnico, Giorgio Bertazzoli - il Sarnico Busker Festival può contare oggi sulla presenza di circa 40mila spettatori. Obiettivi del festival sono la diffusione e la valorizzazione dell’arte di strada come momento di incontro sociale, in spazi urbani ricchi di storia, dove parchi, piazze e strade diventano parte integrante dello spettacolo».

Riflettori puntati, dunque, sulla qualità e la varietà delle performance artistiche, ma non solo: quest’anno un’attenzione particolare va anche alle installazioni e alle luci architetturali ed emozionali che enfatizzano le bellezze presenti sul territorio che, unite all’innovazione artistica, garantiscono ogni anno al Festival un clamoroso successo.