Pavia, 15 giugno 2018 - Un aperitivo al tramonto da gustare in una meravigliosa cornice, immersi tra i capolavori grafici di Goya. La proposta arriva dai Musei civici che da stasera offrono un altro modo per assaporare fino in fondo l'arte del maestro spagnolo. “Goya. Follia e ragione all’alba della modernità”: questo il titolo della mostra in programma dal 31 marzo al castello visconteo. Inizialmente l'esposizione che riunisce tutti e quattro i cicli incisori (i Capricci, i Disastri della guerra, le Follie e la Tauromachia), con oltre 200 opere esposte realizzate ad acquaforte, acquatinta, puntasecca e bulino si sarebbe dovuta chiudere il 10 giugno, ma è stata prorogata fino a domenica 24. E con tre serate speciali. 

Stasera e poi ancora il 22 giugno e, come finissage della mostra, domenica 24 giugno, sempre tra le 18.30 e le 21, al costo di 10 euro il pubblico avrà diritto all'ingresso in mostra, aperta specialmente in questa occasione, e un bicchiere di sangrìa. Non solo, ai partecipanti sarà anche riservato un omaggio.

"Si conclude con questi momenti conviviali il percorso della mostra su Goya – dice l’assessore alla cultura Giacomo Galazzo – Pensiamo che sia stata un'esperienza positiva e un sicuro arricchimento dell'offerta museale nella stagione che porta all'estate. Soprattutto, è stato un percorso di grande valore culturale che siamo felici di avere proposto alla cittadinanza. Per chi ancora non avesse visitato la mostra, o per chi volesse rivederla, il nostro invito è per questo brindisi con visita guidata che pensiamo possa rappresentare un modo diverso e piacevole per vivere il museo”.