Il tram del “giallo” parte alle 10, 10.55, 11.50, 12.45, 14.30, 15.25, 16.20 e 17.15 da via Cantù; a sinistra, l’investigatore Mat
Il tram del “giallo” parte alle 10, 10.55, 11.50, 12.45, 14.30, 15.25, 16.20 e 17.15 da via Cantù; a sinistra, l’investigatore Mat

Milano, 15 settembre 2017 - In città si aggirano dei nemici pericolosi: sono Mr Smog e PM10. Chi aiuterà l’investigatore Mat a individuare gli alleati più forti per combatterli? Il Giorno ha assistito in anteprima alle prove generali delle indagini, che si terranno domenica 17 settembre. Otto gruppi di piccoli investigatori potranno salire sul tram in via Cantù per svelare il “Giallo del Tram Giallo”. Un percorso sulle rotaie di tutta la città alla scoperta dei segreti di Atm, in occasione della Settimana europea della mobilità.

Cinque indiziati, una borsa della palestra chiusa con lucchetti e tanti indizi e rebus da risolvere per aprirli. Sarà forse Lea il migliore alleato contro Mr Smog? Mamma e insegnante, ogni giorno va da Assago a Duomo in metropolitana in soli 24 minuti (in auto ce ne metterebbe il doppio). Oppure la piccola Federica, che va ogni giorno a scuola in tram.

L’ispettore Mat ha bisogno che tutti i partecipanti lo aiutino a risolvere gli indovinelli lasciati da nonno Alfonso e dall’ingegnere Alma. Per esempio: che cos’è Zeus? Tutti penseranno al dio greco. Un aiuto per i lettori del Giorno: Zeus è anche un progetto europeo per gli autobus elettrici. Il 70% dei mezzi Atm lo sono già.

Si scende dal tram e si scopre di aver imparato molte cose: per esempio che l’app Atm è un mezzo utile per destreggiarsi nel trasporto urbano cittadino, per sapere quanto arriva un autobus, o per acquistare il biglietto in un click se si è di fretta e ci si accorge all’ultimo momento di non averne nel portafoglio. Ad aiutare l’investigatore anche alcuni tecnici Atm, che risponderanno alle domande dei giovani investigatori e dei loro accompagnatori.

I gruppi, di circa 30 persone, partiranno ogni 50 minuti (la corsa dura 40), la prima corsa è alle 10.00 di mattina, l’ultima alle 17.15. Non c’è bisogno di prenotare e la partecipazione è gratuita. Per una volta, non serve nemmeno il biglietto.