Una delle immagini del catalogo
Una delle immagini del catalogo
Como, 11 dicembre 2018 - L’Associazione dei costruttori edili presenta questa sera alle 18 a Villa Olmo, la riedizione del catalogo, ormai introvabile, della mostra “Colori e forme nella casa d’oggi” ospitata nel 1957 proprio a Villa Olmo. L’esposizione originaria - promossa dal Comitato tecnico esecutivo dell’epoca formato da grandi nomi quali, per citarne alcuni, Mario Radice, Ico Parisi, Fulvio Cappelletti, Manlio Rho e Francesco Somaini – fu un’occasione per accogliere una manifestazione artistica assolutamente diversa e fuori dagli schemi consueti. La mostra si propose per la prima volta di mettere in luce e indirizzare la formazione di una sensibilità corrispondente alla vita reale degli anni ’50 attraverso la messa in scena di ambientazioni domestiche volte a dimostrare come le arti decorative potessero manifestarsi nell’abitazione e conferirle un particolare carattere, rendendo gli ambienti più gradevoli e consoni alla vita contemporanea moderna, progettati e realizzati dai migliori professionisti - architetti, artisti, ma anche designer e imprese - di allora. La dimensione domestica diventa, quindi, il tema unificante su cui misurare gli indirizzi progettuali della cultura progettuale italiana: l’abitazione e il suo arredo mediante oggetti prodotti industrialmente, in un processo controllato dagli architetti. “La ristampa di questo innovativo catalogo "Colori e forme nella casa d’oggi" – dichiara Francesco Molteni, Presidente Ance di Como - vuole rimarcare il valore culturale dell’iniziativa che, a distanza di tanti anni, rimane viva nel tempo. Sfogliando il catalogo e leggendo i saggi con cui abbiamo arricchito questa riedizione, emerge in modo chiaro come in quel periodo nel territorio lariano operarono progettisti ed esecutori di grande perizia tecnica capaci di creare lavori di qualità e pregio riconosciuti anche a livello internazionale. Come Associazione abbiamo voluto nuovamente mettere a disposizione della città uno strumento culturale così importante sperando possa essere di buon auspicio per un ritorno a quell’effervescenza e a quel dinamismo che hanno contraddistinto il nostro territorio negli anni ’50”.
La riedizione del catalogo, promossa e realizzata da Ance Como, è curata dall’architetto Paolo Donà. Arricchiscono il testo rispetto alla versione originale i saggi, tradotti anche in lingua inglese, di Elena Dellapiana, Professore presso il Politecnico di Torino, Dipartimento Architettura e Design e di Fabio Cani, saggista ed editore di Nodolibri di Como. A Villa Olmo, la sera della presentazione saranno, inoltre, trasmesse quattro video interviste che, sotto forma di racconto, schematizzano il contesto storico culturale (Alberto Longatti), descrivono la contemporanea realtà produttiva della vicina Brianza (Tiziano Casartelli), evocano la significativa presenza della qualificata compagine artistica (Paolo Campiglio), e non ultimo ricordano la poliedrica figura di Ico Parisi (Roberta Lietti).