Monza, 29 marzo 2018 - C'è Luke Skywalker con la spada laser in mano appeso a uno dei veicoli "camminatori" dell’Impero mentre marciano contro i ribelli rifugiati sul pianeta Hoth. Non manca certo Darth Fener mentre, scortato dalle guardie imperiali, scende dalla sua navetta galattica mentre attorno imperversa la battaglia nel bosco di Endor con i piccoli e pelosi Ewok. Sono migliaia i soldati e mezzi schierati per far rivivere la battaglia di Geonosis, mentre sono quattro le scene ambientate sul pianeta desertico di Tatooine, dal Millennium Falcon mentre effettua il decollo in emergenza, a Jabba che ha catturato la principessa Leila oppure la famosa e affollata taverna intergalattica di Mos Eisley mentre suona la celebre jazz band di clarinetti alieni. Ci sono tutti i protagonisti di Guerre Stellari, anche R2-D2 e C-3PO, Joda, Chewbecca o Darth Maul, ma anche piccole contaminazioni scherzose di altre icone leggendarie di cinema e cartoon come i Simpson o Batman, nella quattro maxi costruzioni che, usando solo mattoncini Lego, riproducono alcune delle scene più famose viste nei film di Star Wars.

Sono quattro diorami fedeli in ogni particolare e con decine di dettagli che, assieme alle riproduzioni a larga scala di incrociatori stellari, navette e veicoli spaziali vari oppure personaggi della saga, compongono "Star Wars is back! Una galassia di mattoncini", la mostra allestita nel cuore del Parco, nelle sale seicentesche di Villa Mirabello, che espone i lavori fatti di Lego ideati e prodotti dalla Lab (Literally Addicted to Bricks) ispirati ai momenti più emozionanti della saga prodotta da George Lucas. E’ l’immagine di Joda ad accogliere i visitatori invitandoli ad assistere all’eterna lotta tra Impero galattico e Resistenza ribelle da un punto di vista sorprendente, che unisce in un’unica occasione due tra i più popolari brand mondiali come Lego a Star Wars.

Sono serviti oltre un milione di moduli Lego per realizzare i quattro maxi scenari riprodotti nella mostra, assieme presentano più di 2mila mini figure e personaggi ambientati secondo il progetto e il lavoro della Lab, un laboratorio creativo della provincia di Treviso fondato da Wilmer Archiutti: "Ogni diorama è il risultato di circa 2 mesi di lavoro di un team di costruzione di quattro o 5 persone - spiega Archiutti -. Noi siamo appassionati di Lego, io per primo: da bambino ci giocavo, è nata una passione, ho iniziato a collezionare set e costruzioni. Ne avevo molte ho iniziato a condividerle, presentandole in mostre, un’attività che non si è fermata e, fondando Lab, mi ha permesso di proseguire realizzando nuove costruzioni".

La mostra di Lego dedicata a Star Wars quando è stata allestita a Milano ha richiamato più di 40mila visitatori di tutte le età e da oggi apre a Monza, a Villa Mirabello, dove resterà fino al 30 settembre. Una sala è stata dedicata invece al costruire, con tavolini e scatole di mattoncini Lego a disposizione dei piccoli visitatori della mostra che potranno partecipare a laboratori creativi. Aperto venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 10.30 alle 19.30. Ingresso intero 8 euro, ridotto 6 euro, 4 euro per bambini da 4 a 12 anni, gratis under 4 e ingresso famiglia a 20 euro (2 adulti e 2 bambini).