Il pittore Piero Gauli
Il pittore Piero Gauli

Como, 6 ottobre 2016 - Dall' 8 al 23 ottobre San Pietro in Atrio ospita la mostra dedicata a Piero Gauli, Espressionista nordico verso la cultura europea. La mostra nasce dalla volontà di celebrare i cento anni della nascita dell’artista, portando a Como una selezione di 50 opere illustrative del percorso artistico, storico e culturale di Gauli e il nuovo catalogo a lui dedicato: Piero Gauli 1916-2016 Espressionista nordico verso la cultura europea, che dà il titolo alla mostra.

Piero Gauli di origini milanesi, fu da sempre legato al territorio comasco e in particolare a Verna, paese natale di suo padre, dove trascorse molto tempo della sua vita lavorando nello studio attiguo alla sua casa. L’esordio come pittore è da collocarsi nel 1938, alla Mostra universitaria triveneta. Nel 1940 a Milano entra a far parte del gruppo di Corrente e nel 1941 espone con diversi artisti, tra cui Fontana, Cassinari, Birolli, Sassu e altri. Dopo la guerra che lo porta al fronte russo come ufficiale, si dedica alla ceramica d’arte monotipica e dal 1984 lavora a Roma, producendo un migliaio di opere e decorazioni, partecipando a diverse rassegne nazionali. Corrente è un movimento artistico espressionista fondato dal maestro Ernesto Treccani, che nasce a Milano negli anni Trenta e che vedeva nel colore la possibilità di esprimere emozioni, tensioni e sentimenti. Gauli nelle suo opere esprime a pieno questo concetto, utilizzando la forza del colore come fondamento dell’espressione emotiva.

L’artista ha realizzato diverse opere di grande rilevanza anche sul territorio comasco, tra cui le Via crucis nella chiesa di Sant'Ambrogio a Verna e nel santuario di San Pancrazio a Ramponio. La mostra in San Pietro in Atrio, via Odescalchi 3 a Como, sarà aperta da lunedì a domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19.