Le Festa di Lecco
Le Festa di Lecco

Lecco, 2 ottobre 2020 – Ecco gli appuntamenti del week end e della settimana a Lecco

FESTA DI LECCO - La prima domenica di ottobre coincide con la Festa di Lecco, l'antichissima tradizione religiosa e civile dedicata alla Madonna del Rosario.

Sabato alle 18 sul sagrato della basilica di San Nicolò o in basilica in caso di maltempo si tiene lo spettacolo "Il mio Guareschi - Il racconto di una comunità" di Giovannino Guareschi, interpretato dall'attore Giacomo Poretti, in scena insieme a Miriam Gotti alla voce e Davide Bonetti alla fisarmonica. Alle 21 nella Basilica di San Nicolò si terrà il concerto polifonico dei musicisti del Gruppo vocale Famiglia Sala, ad ingresso libero con prenotazione obbligatoria.

Domenica alle 10 in basilica la celebrazione della santa messa presieduta dal vicario episcopale di Lecco monsignor Maurizio Rolla per ringraziare il diacono Armando Comini per i suoi numerosi anni di fedele servizio alla chiesa cittadina. Alle 17, sempre nella Bbasilica di San Nicolò, la messa solenne concelebrata da monsignor Davide Milani e dai sacerdoti della comunità pastorale, seguita dalla processione con la statua della Madonna del Rosario, accompagnata dai musicisti del Corpo musicale Alessando Manzoni di Lecco, dal sagrato lungo via San Nicolòvia Resinelli, via Volta, via Cavour e via Mascari, che si conclude sul sagrato con la benedizione eucaristica. Non è possibile unirsi liberamente alla processione, per partecipare occorre prenotarsi. In caso di pioggia la processione è sospesa e si svolge un momento di preghiera in casilica.

Domenica per tutta la giornata ci sono anche banchetti di dolciumi e giocattoli allestiti in piazza Giuseppe Garibaldi, e arricchita da proposte culturali e di svago: presso il polo museale di Palazzo Belgiojoso si tiene l'apertura straordinaria dei Musei Archeologico, Storico e di Storia naturale dalle 10 alle 13 e alle 10.30 "Il detective degli animali", una visita guidata interattiva del Museo di Storia naturale per bambini e famiglie, a cura di Chiara Crotti, naturalista e referente scientifico del museo. Anche il polo museale di Villa Manzoni è aperto al pubblico dalle 10 alle 13 e alle 10.30 e alle 11.30, si può partecipare alle visite guidate del Museo Manzoniano, a cura di Beatrice Castelnuovo, storica dell’Arte.

Dalle 14.30 alle 16 è possibile conoscere la storia e apprezzare il panorama sul golfo di Lecco, salendo sul campanile della Basilica di san Nicolò con le visite guidate organizzate dei volontari dell’Oratorio di San Nicolò Lecco.

FESTA DEI NONNI - Come di consueto il Comune di Lecco attraverso il Giglio di Pescarenico organizza la Festa dei Nonni, per ringraziarli, riconoscendo loro il ruolo fondamentale che svolgono sul piano affettivo, ma anche per il sostegno che garantiscono nella cura e custodia dei nipoti. La proposta di quest'anno coinvolge le scuole dell'infanzia di Lecco, invitando tutti i bambini a realizzare un disegno in cui esprimano il loro grazie ai nonni. I disegni dovranno essere consegnati già plastificati entro venerdì 16 ottobre, realizzati all’interno di un cerchio del diametro minimo di 16 cm, massimo di 18 cm, su un foglio A4. Ogni scuola può identificarsi con un colore a scelta, o facendo colorare un bordo di 2 cm, intorno al cerchio di 16 cm in cui verrà realizzato il disegno, o facendo colorare una forma creativa intorno al cerchio, o ancora facendo fare il disegno (sempre all’interno di un cerchio delle misure indicate sopra) su un foglio colorato. Al termine tutti i disegni andranno a comporre un abbraccio colorato, con cui verranno avvolti gli alberi del lungolago cittadino.

MOSTRE - "Sul Fil di Ragno della memoria - Different trains" è visitabile a partire da questa domenica 4 ottobre e fino a domenica 8 novembre, organizzata da Anpi Lecco in collaborazione con il Comune di Lecco e il Sistema Museale Urbano Lecchese, che presenta una selezione di opere pittoriche di Federico Bario, nate per raccontare le “storie degli uomini viaggiatori”, per dare voce attraverso immagini e impressioni alle storie di tutti coloro che, per volontà o loro malgrado, hanno lasciato il proprio passato alle spalle. In questo contesto la metafora del treno assume un alto valore simbolico, come mezzo di trasporto di corpi e di anime verso il proprio incerto futuro. Non a caso numerosi dipinti di convogli e motrici di treni andranno a sostare al piano terra di Palazzo delle Paure insieme alle fantastiche creature che abitano nelle carrozze di questi immaginari mezzi di trasporto. In questa prospettiva i quadri non sono altro che stazioni, in cui fermarsi un attimo a riflettere, a produrre un pensiero, a evocare un ricordo, per stimolare così la fantasia, la lotta e la speranza. Le creazioni conducono lo spettatore in un viaggio ricco di suggestioni letterarie e artistiche, per cercare attraverso forme e colori una possibile speranza per tutti gli “uomini viaggiatori” di questo mondo. La mostra è visitabile il mercoledì, dalle 14 alle 18, e da giovedì a domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.

"La Scapigliatura. Una generazione contro": a Palazzo delle Paure prosegue la sua indagine sull’arte dell’Ottocento italiano, con una mostra che ripercorre la storia e le istanze della Scapigliatura, movimento culturale nato e sviluppato in Italia nella seconda metà del XIX secolo. L’esposizione, curata da Simona Bartolena, prodotta e realizzata da ViDi – Visit Different, in collaborazione con il Comune di Lecco e il suo Sistema Museale Lecchese, presenta 80 opere, tra pitture e sculture provenienti da musei pubblici e collezioni private, dei suoi maggiori esponenti, quali Tranquillo Cremona, Daniele Ranzoni, Giuseppe Grandi, Giovanni Carnovali detto il Piccio, Federico Faruffini. La mostra è visitabile il mercoledì dalle 14 alle 18, giovedì e venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18, il sabato e la domenica dalle 10 alle 18 (chiusa il lunedì e il martedì). Gli accessi alla mostra saranno regolati in base alle vigenti norme anti Covid-19. Visitabile fino al 10 gennaio 2021.

"Il Fiume Adda. Di immagine in immagine, tra tempo e luce": nella sezione di Grafica e Fotografia di Palazzo delle Paure, è allestita  la mostra, curata da Barbara Cattaneo e Daniele Re, con la collaborazione di Luigi Erba e inclusa nella rassegna Milano PhotoFestival 2020. L'esposizione istituisce un dialogo tra il passato e il presente della tecnica fotografica, indagando il rapporto tra l’acqua dell’Adda e il suo paesaggio. Le nuove donazioni, devolute dai fotografi Andrea Caronni, Rosandro Cattaneo e Daniele Re, trattano l’argomento con un taglio stilistico contemporaneo, tracciando un’ipotetica linea di sviluppo sull’iconografia del fiume Adda e sull’innovazione della tecnica fotografica, dal foro stenopeico alla ripresa in digitale. In questa prospettiva si è scelto di inaugurare la mostra durante le Giornate Europee del Patrimonio, ideate dal Mibact per analizzare, per l’appunto, il ruolo del sapere tradizionale nel suo rapporto con le sfide del presente. Le foto contemporanee andranno a istituire un’immaginaria “carta geografica per immagini”, a cui verranno affiancate antiche stampe e cartine fotografiche, anch’esse appartenenti alle collezioni del Si.M.U.L. La mostra sarà aperta dalle fotografie storiche di Bosetti, Ganzini, Longoni e Pessina, affiancando le opere fotografiche di Caronni, Cattaneo e Re con dipinti di maestri lombardi, tra cui Carlo Pizzi. La mostra è visitabile fino al 31 gennaio 2021, il mercoledì dalle 14 alle 18 e da giovedì a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.

"Hijacked Education": Fino a domenica alla Torre Viscontea, all'interno della 23esima edizione di Immagimondo, è allestita la mostra fotografica "Hijacked Education" di Diego Ibarra Sànchez: il progetto fotodocumentaristico vuole documentare come violenza, estremismo, intolleranza e paura stiano spazzando via il futuro di un’intera generazione di migliaia di bambini in paesi come Pakistan, Afghanistan, Iraq, Ucraina, Siria, Libano, Colombia e Nigeria. Il fotografo documentarista e filmmaker che risiede in Libano, nel suo lavoro si impegna per assicurarsi che la fotografia non sia più solamente una finestra che ci permette una visuale su ciò che accade nel mondo, ma che diventi un mezzo per sollevare interrogativi e generare riflessioni. Visitabile venerdì, sabato e domenica dalle 14 alle 18.

PLANETARIO CIVIVO - Questa sera, venerdì, alle 21 nella sala conferenze del Planetario la conferenza "30 febbraio 1712: quando il calendario impazzisce" curata da Loris Lazzati. L'evento è su prenotazione, posti limitati.

Domenica 4 alle 16 al Planetario la proiezione in cupola "Alla scoperta delle costellazioni e degli oggetti celesti del mese". Il numero dei posti per le proiezioni è limitato.

IN RICORDO DI GIUSEPPE PANZRI - Mercoledì 7 ottobre alle 21 al Cineteatro Cardinal Ferrari di Galbiate, si iene la serata "Giuseppe Panzeri, storico di comunità", in occasione del decimo anniversario dalla scomparsa del professore, sindaco di Galbiate, consigliere provinciale, fondatore e per decenni presidente del Parco Monte Barro. Nel 2010 era stato insignito dal Comune di Lecco della benemerenza civica per la sua intraprendenza, che lo aveva portato alla fondazione del Parco Monte Barro e del Museo Etnografico dell'Alta Brianza, e al suo coraggio, alla sua lungimiranza, intelligenza e sensibilità di amministratore pubblico. Stefano Brambilla e Davide Colombini, ricercatori del MEAB, ricostruiranno la figura dell'intellettuale e dello studioso, autore di numerose opere dedicate alla storia e alla cultura del nostro territorio. L'ingresso alla serata è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, con prenotazione obbligatoria.

VILLE APERTE IN BRIANZA - Ultimo weekend per la 18esima edizione di Ville Aperte in Brianza con un ricco programma di visite guidate, itinerari, eventi e aperture straordinarie di numerosi siti culturali del territorio brianzolo. Quest'anno la rassegna coinvolge cinque province lombarde tra Monza, Milano, Como, Lecco e Varese per permettere ai visitatori di scoprire più di 140 beni. 32 i beni, tra ville, parchi, giardini e chiese, aperti in 22 comuni del lecchese.