D.D.S.
Cosa Fare

Lecco, ritorno al passato: al via il MedFest, il festival del Medioevo

Al giovedì e prosegue fino al 20 settembre

La chiesa di Santa Maria sopra Olcio a Mandello

La chiesa di Santa Maria sopra Olcio a Mandello

Lecco, 7 settembre 2022 – Un salto indietro di secoli. Lecco torna al Medioevo: da domani al 20 settembre Lecco e provincia ospitano MedFest, il Festival del medioevo, un viaggio nel caleidoscopico universo della cultura medievale, per riscoprire, con studiosi e artisti di livello internazionale, importanti luoghi del territorio e sedi nascoste di straordinaria suggestione. “E' un evento poliedrico che riscopre i luoghi nascosti del nostro territorio, e li valorizza con la musica, il teatro, il cinema, la conoscenza, il cammino, il cibo – spiega Ancilla Oggioni, la direttrice artistica del Festival insieme ad Gerolamo Fazzini e ad Angelo Rusconi -. MedFest2022 vuole essere il numero zero di un grande progetto: mettere a sistema lo straordinario patrimonio del Romanico lariano attraverso un programma di iniziative che lo valorizzano, facendo risuonare parole, musiche e gesti che illuminano l'epoca e la funzione per cui questi luoghi furono edificati”. In programma in 12 giorni ci sono 15 diversi appuntamenti in altrettante location, oltre a 2 spettacoli dedicati agli studenti, ma comunque aperti a tutti. Tutto il programma è disponibile su www.medfestlombardia.com. La maggior parte degli eventi sono gratuiti, tutti con prenotazione obbligatoria.

Si comincia domani, 8 settembre, alle 21 a Palazzo delle Paure di Lecco per la conferenza inaugurale di Glauco Maria Cantarella su “I Cavalieri del Cielo – I monaci di Cluny”. Venerdì 9 sempre alle 21 il primo dei numerosi concerti: a Villa Manzoni, dove è in programma il 15 settembre una cena medievale , il concerto dei musicisti di Ensemble Sensus con canti delle comunità ebraiche del Mediterraneo. La sera dell'11 settembre al chiostro della Chiesa di Pescarenico “Io, Eloisa. Una storia medievale”, con Ancilla Oggioni, Matteo Zenatti ed Elisabetta de Mircovich, per una rilettura della vicenda amorosa tra Eloisa ed Abelardo. Il 16 settembre alle 20.45 il Convento di Santa Maria Nascente di Sabbioncello a Merate, sarà invece il palcoscenico della prima assoluta nazionale di “Una città tutta per sé” con Elisabetta Vergani e Sara Calvanelli, liberamente tratto da “La città delle dame” della prima donna scrittrice Christine de Pizan, prima donna scrittrice. A Civate, alla Casa del Pellegrino, martedì 20 settembre “Da un Italiano all’altro – Il “Decamerone” riscritto da Aldo Busi”, con Mino Manni. Storia e natura sono i protagonisti la mattina di domenica 18 settembre della visita guidata alla chiesa di San Nicolao e San Sigismondo a Figina di Galbiate, mentre il 17 settembre alle 11 nella chiesa di Santa Maria sopra Olcio a  Mandello i D’AltroCanto Duo si esibiranno in una rassegna di canti della tradizione popolare ispirati a Maria.