La Tortellata cremasca
La Tortellata cremasca

Crema (Cremona), 25 luglio 2018 - Agosto, tortello mio ti conosco. Tre fine settimana per gustare il piatto tipico cremasco, ormai conosciuto in tutto il mondo e apprezzato per la sua particolarità: è dolce grazie al ripieno che mescola sapientemente dodici ingredienti tramandati di generazione in generazione.

Dopo qualche apprensione, la 37esima Tortellata cremasca diventerà realtà nei primi due weekend di agosto, ai quali seguirà la manifestazione “Tortelli e tortelli”. Dopo momenti piuttosto burrascosi - il Comune aveva messo all’asta la tortellata e il suo patron, Franco Bozzi, inventore della rassegna, si era rifiutato di partecipare, trovando un accordo con l’agriturismo Le Garzide e spostando la manifestazione in quel contesto - quest’anno non ci saranno contrasti. Bozzi ha ceduto il marchio al titolare delle Garzide, Diego Aiolfi: «Ho chiesto l’aiuto delle associazioni alle quali diamo un contributo e dal prossimo anno vorrei che anche loro ci dessero una mano. Quest’anno devolviamo un euro per ciascun piatto di tortelli; il prossimo anno, se ci sarà la collaborazione, tutto il guadagno andrà alle associazioni».

Sull’altro fronte, al bando emesso dal Comune ha partecipato un solo concorrente, “Le tavole cremasche”, che anche per quest’anno gestiranno la manifestazione di piazza Moro. Dapprima la tortellata n. 37. Esordio venerdì 3 agosto, ospite d’eccezione il pianista Davide Santacolomba, e fino a domenica 5 nel parco dell’agriturismo Le Garzide di Diego Aiolfi. Qui sono state allestite le ultime cinque tortellata e qui la tradizione ha avuto la sua continuità. Il gruppo Olimpia di Bozzi aveva trovato l’accordo con Aiolfi, titolare delle Garzide, e la Tortellata aveva goduto di uno spazio migliore dell’angusta piazza centrale di Crema. Ci sarà sempre il gruppo Olimpia a organizzare, perché oltre al tortello saranno giorni di festa con musica, giochi per bambini, spettacoli teatrali, arti circensi.

Nel weekend successivo, dal 10 al 12, ecco il bis con i tortelli protagonisti e le manifestazioni a contorno. La tradizione è rispettata anche per quanto riguarda la beneficenza. Tre le associazioni che otterranno aiuto e sono il progetto “Io abito” dell’Anffas, l’Abio che sostiene i bambini in ospedale e la rete Con-tatto, che aiuta le donne vittime di violenza. «Sono soddisfatto di come hanno preparato la manifestazione - ha detto l’assessore Matteo Gramignoli - perché hanno mostrato attenzione alle normative sulla sicurezza e hanno saputo privilegiare non solo la festa, ma anche l’aiuto agli altri, inserendo tre realtà nel cartellone delle associazioni che otterranno un aiuto». Terminata la tradizione Tortellata, partirà quella in centro città: Tortelli e tortelli vedrà il via il 14 agosto e andrà avanti fino al 19. Sempre le Tavole cremasche a organizzare in piazza Moro, anche qui con il contorno di musica.