Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
13 giu 2022
r.o.
Politica
13 giu 2022

Elezioni amministrative 2022: il tempo reale dei risultati

Genova, Palermo e L'Aquila al centrodestra. Padova e Lodi al centrosinistra. Ballottaggio a Verona e Como

13 giu 2022
r.o.
Politica

Palermo, L'Aquila e Genova molto probabilmente al centrodestra già al primo turno mentro Padova si conferma del centrosinistra. Ballottaggi a Verona e Parma. In Lombardia ribaltone a Lodi che sceglie il centrosinistra e Andrea Furegato mentre a Como sarà ballottaggio. Questi in sintesi i primi risultati parziali del turno elettorale amministrativo.

Archiviati i referendum, è iniziato infatti  alle 14 lo spoglio delle elezioni amministrative 2022. L'affluenza è stata del 54,73%, secondo i dati definitivi relativi agli 818 comuni gestiti dal Viminale. Alle precedenti elezioni omologhe era stata del 60,12%.  Il primo turno delle amministrative riguarda 971 comuni, di cui 142 con popolazione superiore a 15.000 abitanti e 829 pari o inferiore, per un totale di 8.831.743 elettori. In particolare, sono chiamati al voto 22 capoluoghi di provincia e 4 di regione (exit poll): Alessandria, Asti, Cuneo, Como, Lodi, Monza, Belluno, Padova, Verona, Gorizia, Genova, La Spezia, Parma, Piacenza, Lucca, Pistoia, Frosinone, Rieti, Viterbo, L'Aquila, Barletta, Taranto, Catanzaro, Palermo, Messina, Oristano.  Nei comuni fino a 15.000 abitanti non è previsto il ballottaggio (salvo il caso di parità di voti tra i due candidati sindaci più votati). È eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti. Nei comuni oltre i 15.000 abitanti è eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno). Qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare domenica 26 giugno per il ballottaggio tra i due candidati più votati. In Lombardia sono 127 i comuni al voto in provincia di Milano, Lodi, Bergamo, Brescia, Brianza, Lecco, Como, Mantova, Varese, Pavia e Sondrio  tra cui le città di capoluogo come Como, Lodi e Monza o "di peso" come  Sesto San Giovanni

E' iniziato alle 14 lo spoglio delle schede delle amministrative 2022
E' iniziato alle 14 lo spoglio delle schede delle amministrative 2022

21.00 - Barletta verso il ballottaggio
 Si sta delineando la situazione a Barletta, dove probabilmente si arriverà al ballottaggio tra i candidati sindaco Santa Scommegna (Pd, Con e civiche), e Mino Cannito (Forza Italia, Fratelli D'Italia, Lega e civiche). Indietro Carmine Doronzo (Sinistra Italiana, Italia Viva e civiche) e Maria Carone (M5S)

20.50 - Salvini: "Meloni premier? Deve vincere il centrodestra"
Alla domanda "Se Fratelli d'Italia ottenesse più voti della Lega, come vedrebbe l'ipotesi di Giorgia Meloni premier?", il segretario della Lega Matteo Salvini ha risposto:  "Il mio obiettivo è che vinca il centrodestra". "Il mio obiettivo che le elezioni politiche siano vinte dal centrodestra" ha aggiunto.

20.40 - Oristano, centrodestra al primo turno
In Sardegna, due Comuni si confermano roccaforti del centrodestra: Oristano e Selargius. Stando ai dati ufficiosi - lo spoglio sta procedendo con estrema lentezza - in tutti e due si profila la vittoria al primo turno. 

20.30 - Palermo, Berlusconi telefona a Lagalla
Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi ha telefonato al candidato sindaco del centrodestra a Palermo, Roberto Lagalla, per complimentarsi della vittoria al primo turno alle elezioni amministrative. A rendere nota la telefonata è stato lo stesso Lagalla: "Era compiaciuto della vittoria al primo turno" ha spiegato l'ex assessore regionale all'Istruzione.

20.20 - Parma al ballottaggio
Michele Guerra e Pietro Vignali, uno in rappresentanza del centrosinistra e l'altro del centrodestra senza Fratelli d'Italia, saranno i protagonisti del ballottaggio che stabilirà il 26 giugno il nome del nuovo sindaco di Parma.

20.10 - "Il Movimento Cinque Stelle non esiste più"
"Dobbiamo interrogarci sul fatto che abbiamo in Parlamento il Movimento Cinque Stelle, ovvero la forza principale che sostiene il Governo Draghi che non esiste più" afferma  la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni.

19.55 - Conte: "Resistenze interne"
Giuseppe Conte ha affermato che "alcune resistenze interne, anche durante le elezioni per il Quirinale, hanno rallentato la nostra azione, così come fattori esogeni come la vicenda del ricorso al Tribunale di Napoli".

19.40 - Il Pd riconquista la roccaforte di Budrio

Per anni Budrio, 18mila abitanti nella pianura bolognese, era stata una roccaforte inespugnabile della sinistra: poi cinque anni fa il civico Maurizio Mazzanti riuscì a portare al ballottaggio il candidato del Pd, poi a batterlo. Ora, a Bologna, il Pd festeggia la riconquista del paese noto per le ocarine e per un centro internazionale di protesi ortopediche: Debora Badiali, 30 anni, consigliera comunale uscente, ha portato al successo la coalizione al primo turno proprio contro Mazzanti. 

19.35 - Tre sindaci sardi al quarto mandato

Tre sindaci eletti per il quarto mandato in Sardegna, gli unici in Italia, dove invece il limite è fissato a tre. Lo prevede una legge regionale che, seppur impugnata dal Governo, era in vigore al momento della presentazione delle liste consentendo la quarta elezione consecutiva nei comuni con meno di 3mila abitanti. Si tratta di Giuseppe Ciccolini, centrosinistra, rieletto sindaco di Bitti, in provincia di Nuoro, con il 55,4%; Samuele Antonio Gaviano e Franco Vellio Melas, rispettivamente riconfermati a Serri, nel sud Sardegna, con un reco

19.30 - Taranto, il centrosinistra verso il successo al primo turno

Quando sono state scrutinate 17 sezioni su 191,  a Taranto è in vantaggio il candidato del centrosinistra Rinaldo Melucci con il 62,53% dei voti. Seguono il candidato del centrodestra Vincenzo Musillo-detto Walter (28,45%), Luigi Abate (4,76%) e Massimo Battista (4,6%).

19.25 Conte: risultato deludente per il M5s

"E' sempre un dato costante nella storia del Movimento: prendere una percentuale di voti molto scarsa 3-4-5 per cento alle amministrative e poi balzare al 30 per cento alle politiche, però io non sono qui per nascondermi dietro questa costante storica, ci metto la faccia: i dati che emergono non ci soddisfano, non possiamo neppure cercare giustificazioni di comodo". Così Giuseppe Conte, leader M5s, nel corso di una conferenza stampa commenta i risultati delle elezioni comunali. "Una costante - ha ricordato- a parte alcune esperienze in passato come a Roma e a Torino". 

19.19 - Il Pd siamo il primo partito in Italia

"Il Pd e' il primo partito da nord a sud, con un successo da noi insperato. Vinciamo al primo turno a Lodi e Padova, e siamo primi a Verona, Parma, Piacenza, a Como, a Cuneo, al ballottaggio a Lucca e in città' in cui la destra pensava di avere gia' vinto, come Monza. Noi sappiamo di non essere autosufficienti, non vogliamo esserlo, abbiamo sempre costruito un fronte ampio e vogliamo continuare in quetso lavoro". Lo ha detto il responsabile Enti Locali del Pd, Francesco Boccia. 

19.15 - Genova, Bucci: sarò sindaco di tutti

"È una bella giornata, abbiamo raggiunto un buon risultato di cui siamo molto contenti, voglio ringraziare innanzitutto i cittadini genovesi che hanno avuto fiducia in noi, soprattutto dico e ripeto che io sarò il sindaco di tutti". Così il sindaco di Genova riconfermato Marco Bucci commenta la vittoria elettorale. 

19.10 - A Nola in testa il candidato Pd-M5s

Spera nella vittoria al primo turno Carlo Buonauro, candidato sindaco di Nola (Napoli) sostenuto dall'alleanza Pd-M5S. A spoglio ancora in corso, dopo circa 12mila voti scrutinati, Buonauro si attesta intorno al 53%, Maurizio Barbato al 44% e Raffaele Parisi sotto il 2%.

19.05 - Alessandria verso il ballottaggio tra Cuttica  e Abonante

Ballottaggio tra centrodestra e giallorossi. Alessandria era la sfida più aperta delle amministrative piemontesi e tale si è rivelata. Quando sono state scrutinate 31 sezioni su 93, l'attuale sindaco di centrodestra, il leghista Gianfranco Cuttica da Revigliasco, è in testa col 42,37% delle preferenze, inseguito a stretto giro dallo sfidante giallorosso Giorgio Abonante col 40,53%: la sfida finirà con ogni probabilità al ballottaggio.

19.00 - L'Aquila, Biondi (centrodestra) al 51%

In base alla seconda proiezione del Consorzio Opinio Italia per Rai, a L'Aquila, con una copertura del campione dell'82%, il candidato del centrodestra e sindaco uscente Pierluigi Biondi è al 51%, sotto di qualche punto rispetto alla sua coalizione al 56,5%. Americo Di Benedetto, sostenuto da liste civiche, è al 24,7% sopra la sua coalizione che si ferma al 17,7%. La candidata sindaca del centrosinistra, sostenuta anche dal Movimento 5 Stelle, Stefania Pezzopane, è al 23% 

18.55 - Somma Vesuviana, sindaco sostenuto da M5s e Mastella

Verso la riconferma Salvatore Di Sarno, sindaco uscente di Somma Vesuviana (Napoli) e candidato per un secondo mandato. Terminato lo scrutinio delle prime sezioni, Di Sarno appare in larghissimo vantaggio sull'altro candidato, Giuseppe Bianco. La ricandidatura di Di Sarno è sostenuta da un singolare schieramento composto da 7 liste, tra le quali quella del Movimento 5 Stelle e la lista "Somma al Centro per i giovani", espressione del partito "Noi Di Centro" fondato di recente dal sindaco di Benevento ed ex ministro della Giustizia Clemente Mastella.

18.48 -  Como verso il ballottaggio

Como verso il ballottaggio. Quando è stato scrutinato il 12,1% dei voti espressi, infatti, la candidata di centrosinistra Barbara Minghetti è in testa con il 36,67% delle preferenze, in vantaggio sul candidato di centrodestra Giordano Molteni, al 31,3%, e sul civico Alessandro Rapinese, al 25,5%.

18.41 - A Villafranca Sicula finisce in pareggio

Entrambi i candidati a sindaco nel piccolo comune di Villafranca Sicula (Agrigento) hanno ottenuto lo stesso numero di preferenze. E così, sia Domenico Balsamo (sindaco uscente, di professione insegnante), sia il suo sfidante Gaetano Bruccoleri (farmacista) sono arrivati al traguardo esattamente con lo stesso numero di preferenze: 518 ciascuno. Si tratta di un comune dove si vota con il sistema maggioritario. Ovviamente scatterà un nuovo controllo minuzioso di tutte le schede votate. In caso la parità venisse confermata, a Villafranca si tornerà alle urne tra due domeniche. Questo quanto dovrebbe prevedere la norma vigente, anche se si stanno scartabellando leggi e precedenti per verificare la possibile vittoria del candidato più giovane (in tal caso sarebbe il cinquantacinquenne Bruccoleri, mentre Balsamo ha 64 anni)

18.35 - Piacenza verso un "ballottaggio in rosa"

Anche la sindaca di Piacenza si deciderà, con ogni probabilità, al secondo turno: anche se sullo scrutinio della città non sono state fatte proiezioni, i risultati reali, benché ancora incompleti, lasciano pochi spazi a dubbi sull'esito finale: sarà un ballottaggio fra la sindaca uscente Patrizia Barbieri, sostenuta dal centrodestra e la consigliera regionale del Pd Katia Tarasconi. Al momento Tarasconi è avanti nei voti, ma molto distante dalla soglia del 50% necessaria per vincere al primo turno. Barbieri insegue, a pochi punti percentuali di distacco.

18.30 - Sesto San Giovanni, Di Stefano al 46,72%

A  Sesto San Giovanni, il sindaco uscente di centrodestra, Roberto Di Stefano, guida lo spoglio e cerca la riconferma al primo turno. Quando sono state scrutinate l'8,2% delle schede, Di Stefano guida con il 46,72% dei voti mentre il candidato di centrosinistra, Michele Foggetta, è fermo al 37,98%. 

18.24 -  Renzi, bene Iv, basi per superare M5s alle politiche

Più ci buttano giù' nei sondaggi, più cresciamo tra gli eletti. Con queste elezioni Italia Viva sorpassa i Cinque Stelle come numero di sindaci eletti (ormai un centinaio), ma soprattutto pone le basi per sorpassare i cinque Stelle come voti alle prossime politiche". Matteo Renzi, leader di Iv lo scrive nella Enews commentando i risultati delle amministrative. "Lasciamo loro i sondaggi, teniamoci le elezioni vere", aggiunge.

18.18 - Pistoia, avanti il sindaco uscente di centrodestra

Mentre è stato scrutinato poco più di un terzo delle sezioni (33 su 100) a Pistoia è avanti il sindaco uscente e candidato unitario del centrodestra Alessandro Tomasi con il 51,49% delle preferenze, profilando una vittoria al primo turno. Federica Fratoni, candidata del centrosinistra sostenuta da Pd, Iv, Socialisti, M5s e due liste civiche è al 28,27%. Francesco Branchetti, candidato per il polo composto da Sinistra civica ecologista, Verdi e Prc, è al 12,66. 

18.11 - Verona, Tosi: "Ballottaggio? Vogliamo valutare prima di decidere"

"Vogliamo valutare prima di decidere il da farsi, aspettando anche quello che diranno i candidati". Flavio Tosi, candidato per Forza Italia a Verona e terzo incomodo nella sfida tra Federico Sboarina e Damiano Tommasi, non dice con chi si coalizzerà la sua forza nella seconda tornata elettorale commentando i primi risultati delle urne.

18.05 - La Spezia, candidato del centrodestra verso la riconferma al primo turno

A La Spezia Pierluigi Peracchini, sindaco uscente di centrodestra, va verso la riconferma al primo turno. Quando le sezioni scrutinate sono 10 su 96, il trend appare già netto. Dal centro storico dal Quartiere Umbertino, dalla zona nord fino al quartiere retroportuale di Mazzetta, il candidato vince in ogni sezione di quelle già scrutinate, con distacchi anche corposi. Peracchini al momento è oltre il 54% dei voti contro il 37% di Piera Sommovigo, candidata della coalizione progressista con dentro Partito Democratico e Movimento Cinque Stelle. Peracchini nel 2017 è divantato il primo sindaco di centrodestra della città.

18.00 - La mistress Lady Demonique sconfitta nel Comasco

Lady Demonique non ce l'ha fatta. La mistress Doha Zaghi, candidata sindaco per il partito Gay-Lgbt+ Solidale a San Bartolomeo Val Carvargna, meno di mille abitanti in provincia di Como, non è andata oltre al 14,6% delle preferenze contro Eleonora Bari, che è stata riconfermata con oltre l'85% dei consensi. Esclusa dalla commissione elettorale, dopo il veto anche di Carlo Calenda, a candidarsi come consigliere comunale di Como, la 31enne era stata riammessa dal Tar della Lombardia nella corsa al municipio di San Bartolomeo.

17.55 - Lodi, Casanova chiama Furegato per congratularsi

Sara Casanova, sindaco uscente di Lodi, ha telefonato ad Andrea Furegato per complimentarsi della vittoria del candidato sostenuto dal centrosinistra e dal Movimento 5 Stelle. Il venticinquenne Furegato è consigliere comunale di Lodi dal 2017.

17.47 - Sindaci eletti in Piemonte

In attesa di conoscere l'esito del voto nei tre capoluoghi di provincia del Piemonte, Alessandria, Asti e Cuneo, si cominciano a delineare i nomi dei primi nuovi primi cittadini dei Comuni con meno di 15 mila abitanti. In provincia di Alessandria, a Carezzano è stato eletto Franco Guernier con la lista 'Insieme per Carezzano'. A Pomaro Monferrato eletto sindaco Fausto Capra. Nell'Astigiano, a Capriglio, è stata eletta sindaco Tiziana Gaeta con la lista 'Giovani per Capriglio'. A Castagnole Monferrato è risultato eletto sindaco Francesco Marengo. Cesare Fratini è il nuovo sindaco di Tonco. A Vesime sindaco è stato eletto Marco Garino, a Viale ha conquistato la poltrona Oscar Gavello. Nel Cuneese, sono eletti sindaci, ad Argentera Monica Ciaburro, a Brossasco Paolo Amorisco, a Cravanzana Antonio Iovieno.  E ancora, sempre nel Cuneese, a Monterosso Grana è stato eletto sindaco Stefano Isaia.  

17.29 - Salvini: "Avanti a Monza, stiamo perdendo a Lodi"

"Più partite vinci al primo turno meglio è e in alcuni Comuni i sindaci della Lega vengono riconfermati col 70%. C'è il Comune di Sesto San Giovanni dove siamo intorno la 49% e quindi vediamo, c'è il Comune di Monza che viaggia su percentuali alte, partiamo in vantaggio ad Alessandria, il Comune de L'Aquila dovrebbe essere vinto, stiamo perdendo a Lodi". Lo annuncia il segretario della Lega, Matteo Salvini, che sottolinea come la "stragrande" maggioranza dei comuni andrà al ballottaggio.

17.23 - A Ventotene zero voti per Adinolfi

 È Carmine Caputo di Insieme per Ventotene il nuovo sindaco dell'isola pontina: è stato eletto col 55% dei voti (274). Zero voti invece per Mario Adinolfi del Popolo della Famiglia candidatosi al grido di «a Ventotene non si fanno più figli». Un solo voto invece a Luca Vittori del Partito gay Lgbt+ e 233 per Santamauro Gerardo di Uniti per il bene di Ventotene.

17.18 - Sindaci eletti in Toscana

In Toscana risulta già eletto il sindaco in cinque piccoli Comuni, dei 28 al voto in questa tornata elettorale. A Mulazzo (Massa Carrara) Claudio Novoa, sostenuto dalla lista Insieme per il nostro futuro ha ottenuto il 57,44% delle preferenze. A Zeri (Massa Carrara) con l'89,85% dei voti è stato eletto sindaco Cristian Petacchi con la lista Zeri Rinasce. A Montemignaio (Arezzo) eletto Roberto Pertichini, sostenuto dalla lista 'Per Montemignaio, con il 78,89% dei voti. Eletto sindaco di Sarteano (Siena) Francesco Landi, lista Centro Sinistra per Sarteano, con il 75,62% delle preferenze. A Sassetta (Livorno) eletto sindaco Alessandro Guarguaglini, con la lista Sassetta Democratica, ha ottenuto il 74,43%

17.13 - Primi eletti in Campania

 A Chianche (Avellino) il sindaco Carlo Grillo è stato confermato con l'85,86% delle preferenze. È al suo terzo mandato consecutivo. Riconferma anche per Francesco Massanova, rieletto sindaco di Stella Cilento (Salerno) con il 64,20%. Sempre nel salernitano, a Montecorice passa Flavio Meola con il 78,28% dei voti e a Cicerale Giorgio Ruggiero, unico candidato, eletto ufficialmente sindaco come stabilito al termine dello spoglio nelle due sezioni. Luca Apollonio indosserà invece la fascia tricolore del Comune di Sassinoro (Benevento).

17.03 - Oristano, centrodestra avanti

A Oristano, unico capoluogo di provincia chiamato al voto in Sardegna in questa tornata amministrativa, è avanti il candidato del centrodestra Massimiliano Sanna (Riformatori). È quanto emerge dai primi riscontri comunicati ai partiti dai rappresentanti di lista nei seggi, secondo i quali l'aspirante sindaco si attesta intorno al 52,3%, in vantaggio di sei punti rispetto allo sfidante del centrosinistra sostenuto anche da una lista M5s, Efisio Sanna (44%). 

16.55 - A Catelguidone per protesta nessuno ha votato

 A Castelguidone, comune di 300 abitanti in provincia di Chieti, arriverà il commissario: alle elezioni di ieri, non si è registrato nessun votante.A causare il nulla di fatto è stata una sorta di ammutinamento tra gli elettori e gli abitanti contro l'unica lista che si è presentata, Rinascita Italia, con a capo Guglielmo De Santis di Gallipoli (Lecce), non residente in paese né in regione, quindi un assoluto sconosciuto. Otto i candidati, tutti pugliesi di Gallipoli, Cerignola e Gagliano del Capo, e anche loro emeriti sconosciuti a Castelguidone.

16.47 - Rieti, in testa il centrodestra

Quando sono state scrutinate 2 sezioni su 52 a Rieti, è in testa il candidato sindaco del centrodestra Daniele Sinibaldi con il 55,84%, seguito dal candidato del Pd e liste civiche Simone Petrangeli, che è al 33,7%. Il candidato Carlo Ubertini, sostenuto da liste civiche, è al 10,39%.

16.42 - Messina, Basile verso la vittoria al primo turno

Dai dati provvisori delle comunali a Messina sembra emergere una vittoria al primo turno del candidato sindaco Federico Basile, appoggiato da liste civiche, dall'ex sindaco Cateno De Luca e dalle sue liste e da Prima l'Italia. Secondo dati provenienti dalle sezioni scrutinate, oltre 11 su 253, Basile supererebbe il 49% dei voti. Nella città dello Stretto ha votato il 55,57% degli elettori il 9,44 % in meno rispetto alle scorse  comunali in cui venne eletto De Luca che si è candidato alla presidenza della Regione e vedeva nel voto messinese un banco di prova. 

16.38 - FdI supera Lega a Verona, Parma, L'Aquila e Genova

Secondo la prima proeizione sui voti di lista alle elezioni comunali, realizzata dal consorzio Opinio Italia per la Rai, Fratelli d'Italia ha superato la Lega a Genova (10,1% contro il 6,7%), a L'Aquila (18,8% contro 12,5%), Verona (10,2% contro 6,5) e a Parma (6,9% per FdI, 4,6 per la Lega). A Palermo Fratelli d'Italia si attesta all'8,4%, Prima l'Italia al 4,7 mentre Forza Italia e' al 12%. Il partito di Berlusconi ottiene il 4,7% a Genova, il 5,4 a L'Aquila, il 4,5% a Verona. La proiezione ha una copertura del 16%.

16.30 Il Pd ottimismo su Lodi

 "Ottimismo su Lodi", la città dove il segretario del Pd, Enrico Letta, ha chiuso la campagna elettorale. È quanto trapela dal Nazareno. Nella città lombarda, il centrosinistra con il Movimento 5 Stelle candida il vicesegretario provinciale del Pd, Andrea Furegato. Per il centrodestra corre la sindaca uscente Sara Casanova, della Lega.

16.22 Perinaldo, Francesco Guglielmi sindaco per la settima volta

Con 298 voti Francesco Guglielmi, 68 anni, lista civica "Insieme per Perinaldo", di area centrosinistra, è di nuovo, e per la settima, sindaco di Perinaldo, paese i circa 850 abitanti nell'imperiese  Guglielmi è già stato sindaco del paese nel 1986, nel 1990, nel 1999, nel 2004, nel 2010, nel 2015 e ora nel 2022. 

16.16 - Parma seconda proiezione: Guerra al 46,6

In base alle proiezioni del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Parma il candidato Michela Guerra (centro-sinistra) raggiunge il 46,6%, seguito da Pietro Vignali (centro-destra) con il 21,8%. La copertura del campione è del 18%.

16.11 - Scrutinio a Verona, Tommasi in testa 

Damiano Tommasi si conferma in testa negli scrutini del primo turno per le elezioni comunali di Verona, in 10 sezioni su 265, con 1.179 voti pari al 37,87%. Al secondo posto figura il sindaco uscente Federico Sboarina, con 1.046 voti e il 33,6%; terzo l'ex sindaco Flavio Tosi, con 739 voti pari al 23,74%. 

16.07 - Proiezione a Genova: candidato sconfitto ma  Pd primo partito

Pd primo partito a Genova, per la seconda proiezione di Swg per La7. Con una copertura del 10% e un errore statistico dell'1,39%, i dem sono accreditati del 20,6%. Nelle fila del centrodestra, primo posto per Vince Genova, una delle due civiche di Bucci, con il 13,9% delle preferenze, seguita dal 10,1% di Fratelli d'Italia. La Lega si ferma all'8,7%, ma farebbe meglio della Lista Toti data all'8,2%. Per la seconda civica di Bucci, Genova domani, il 6,6%, seguita dal 4,1% di Forza Italia. Nell'altra metà campo, la lista Europa verde-Sansa-Linea condivisa raccoglie il 6%, meglio del Movimento 5 stelle che, nella città di Beppe Grillo, sarebbe fermo al 5,3%. Chiudono Genova civica, la lista personale di Dello Strologo, al 5% e Sinistra italiana all'1,8%.

16.04 - Risultati nel Milanese

Chi ha vinto a Magenta, Abbiategrasso e nel Legnanese

16.00 - Missaglia (Lecco), Redaelli nuovo sindaco.

A Missaglia ha vinto il candidato sindaco di centrosinistra Paolo Redaelli assessore uscente.

15.56 Parma, Guerra: risultato storico per il centrosinistra

"Un risultato che sarebbe storico per il centrosinistra, che qui a Parma non vince da anni. E' un modello che guarda al futuro e questi risultati ci danno ragione, ora altre due settimane" di campagna in vista dei ballottaggi, ma Michele Guerra non nasconde la soddisfazione.

15.49 -  Verona, Tommasi: ora di voltare pagina

"Verona è una città stanca che ha bisogno di facce nuove e soprattutto di una politica che possa far riavvicinare i cittadini all'amministrazione. Nei prossimi 15 giorni dobbiamo convincere i veronesi che questa città ha estremo bisogno di cambiare ritmo e di voltare pagina, noi ci siamo". In attesa dello spoglio del primo turno delle elezioni comunali a Verona, il candidato a sindaco Damiano Tommasi, che gli exit poll danno in testa, ribadisce il suo impegno, nel quale si sente sostenuto anche dall'affetto dei tifosi della Roma, la sua ex squadra.

15.40 - Palermo, seconda proiezione:  Roberto Lagalla al 43,7%

Secondo la seconda proiezione di Tecnè per Mediaset il candidato sindaco del centrodestra a Palermo, Roberto Lagalla, è al 43,7%, seguito dall'esponente del Pd-M5s, Franco Miceli, attestato al 28,6%. Terza piazza per Fabrizio Ferrandelli di Azione e +Europa, al 16,3%..

15.33 - Ello (Lecco), eletta elena Pirovano

Ribaltone a Ello. Il nuovo sindaco è Elena Pirovano, che ha sconfitto di misura il sindaco uscente Virginio Colombo.

15.31 - Proiezione Catanzaro, Donato in testa 

Valerio Donato 44,1%. Nicola Fiorita 30,4%. Antonello Talerico 12,8%. Wanda Ferro 10,9%. Altri 1,8%. Queste le proiezioni Rai del Consorzio Opinio Italia per le Comunali a Catanzaro, con la copertura del 5% del campione.

15.28 - Eletta la sindaca di Argentera, il Comune più piccolo al voto

Ufficiale l'elezione di Monica Ciaburro a sindaco di Argentera (Cuneo), comune alpino al confine con la Francia: coi suoi 73 elettori era anche il centro più piccolo d'Italia chiamato a votare in questa tornata di amministrative. Ciaburro, deputata di Fratelli d'Italia, è stata confermata per il secondo mandato con 63 voti, su 73 elettori, con una sola scheda bianca. 

15.25 - L'Aquila,  prima proiezione: Biondi (centrodestra) al 51,3 

In base alla prima proiezioni del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali dell'Aquila il candidato Pierluigi Biondi (centrodestra) è dato in vantaggio al 51,3%, seguito a distanza da Americo Di Benedetto (liste civiche) al 23,9% e Stefania Pezzopane (centrosinistra) con il 23,5 %. La copertura del campione è del 5%. 

15.22 - Padova, Giornano (centrosinistra) verso la riconferma

l sindaco uscente di Padova Sergio Giordani veleggia verso la riconferma al primo turno. La prima proiezione di Swg  assegna infatti a Giordani, civico sostenuto dal centrosinistra, il 58,4% delle preferenze, contro il 31,2% dei voti ricevuti da Francesco Peghin, civico sostenuto dal centrodestra.

15.14 - Palermo, Lagalla (centrodestra) in vantaggio

Roberto Lagalla al 44,6, Franco Miceli al 28,7, Fabrizio Ferrandelli al 14,8, Rita Barbera al 5,8, altri al 6,1. Queste le proiezioni Rai del Consorzio Opinio Italia per le Comunali a Palermo, con la copertura del 5% del campione.

15.08 - Genova, proiezione Swg: Bucci al 55,90%

Il candidato del centrodestra Marco Bucci si avvia verso una riconferma a sindaco di Genova già al primo turno. E' quanto risulta dalle prime proiezioni Swg per La7 su una copertura del 5%.  Bucci è accreditato di un 55.90% di consensi mentre l'esponente del centrosinistra, Ariel Dello Strologo, si fermerebbe al 35,80%. 

15.05 - Primi due sindaci in Basilicata

Sono due i primi sindaci eletti in Basilicata con il raggiungimento del quorum. Sono Francesco Cianci, neo eletto a Castelgrande, nel Potentino, e Nicola Lista, a Colobraro, nel Materano.

15.02 - Casarini eletto a Calvignano

Nel Pavese a Calvignano eletto Marco Casarini con il 90,91% su Barbara De Girolamo del Grande Nord

14.59 - Verona, proiezioni Opinio: Tommasi in testa

 In base alle proiezioni del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Verona il candidato Damiano Tommasi (centro-sinistra) raggiunge il 40,9% seguito da Federico Sboarina (centro-destra) al 28,4% , poi c'è Flavio Tosi al 25,8% infine si piazza Alberto Zelger al 3,6%. La copertura del campione è al 5%. 

14.56 - Parma, proiezioni Opinio per la Rai: centrosinistra avanti

 Guerra (centrosinistra)  45,6%  e Vignali (centrodestra) 23,1%

14.50 - Calabria, eletti 9 sindaci

In Calabria sono nove i Comuni che hanno eletto il proprio sindaco, in virtù della presentazione di una sola lista, che ha raggiunto il quorum minimo per la convalida delle elezioni: il 40%. Per l'ufficializzazione occorre comunque attendere l'esito finale dello scrutinio delle schede.

14.44 - Premana (Lecco), riconfermata Elide Codega

A Premana c'è già il nuovo sindaco. E' stata riconfermata Elide Codega. Era l'unica candidata.. Ha raggiunto il quorum del 40%. Ha votato il 64,31% degli elettori. Alla precedente tornata l'affluenza era stata dell'84%

14.40 - Campania, regione record per votanti 

Con il 64,69% la Campania è la regione con la più alta affluenza al voto per le amministrative. La provincia in cui si è votato di più è Salerno (65,85%), seguita da Avellino (65,78), Caserta (65,29%), Napoli (64,43%) e Benevento (55,28%).

14.35 - Messina, affluenza al 55,57%

A Messina per le comunali ha votato il 55,57% degli elettori, alle precedenti elezioni aveva votato il 65,01% (-9,44%).

14.30 - Morra (Antimafia): grave astensione alle amministrative

"Per me, che le persone non vadano al voto, soprattutto alle elezioni amministrative, rappresenta un gravissimo campanello d'allarme per la democrazia". Lo ha detto il presidente della commissione antimafia, Nicola Morra, in merito ai risultati delle ultime consultazioni elettorali. 

14.24 - Genova, Bucci corre verso la riconferma

A Genova il sindaco uscente Marco Bucci sembra viaggiare spedito verso la riconferma al primo turno. Secondo gli exit poll, infatti, il primo cittadino, che è sostenuto da un'ampia coalizione di centrodestra e che ha incassato anche l'appoggio di Italia Viva, potrebbe ottenere tra il 51% e il 55% delle preferenze, mentre il candidato della coalizione progressista guidata da Pd e M5s, l'avvocato Ariel Dello Strologo, potrebbe attestarsi tra il 36% e il 40%.

14.20 - Caos a Palermo, 200 segnalati

La  Procura ha aperto un fascicolo sul caos ai seggi elettorali, ieri in città, per l'assenza di presidenti in diverse sezioni.. Da quanto si apprende, i nominativi segnalati sono circa 200 e comprendono oltre ai 174 presidenti già nominati anche altri. L'assenza "ingiustificata" e "improvvisa" dei presidenti e dei componenti di sezione  ha causato, ieri, un notevole ritardo nelle operazioni di voto in molti seggi della città.

14.14 -  Affluenza in calo in Veneto

E' stata del 51,44% l'affluenza ai seggi in Veneto per il voto delle comunali Nelle precedenti elezioni, spalmate sui due giorni, la percentuale era stata del 58,40%.

14.10 - A Monza affluenza del 46,8%

L'affluenza finale alle elezioni amministrative nelle 110 sezioni del comune di Monza si è attestata al 46,80%, con 45.902 votanti totali. I numeri sono in discesa rispetto alle 
elezioni del 2017 al primo turno, quando i votanti furono 49.598, pari al 51,88% degli aventi diritto. L'affluenza alle 12 era al 15,36%, con 15.062 elettori, e alle 19 al 34,02%, con 33.362.

14.07 - Sardegna, i primi 26 sindaci

Ventisei paesi della Sardegna sanno già chi sarà sindaco. Tutti avevano un solo candidato ed è stato superato il quorum dei votanti

14.02 -  Non è rosa la poltrona da sindaco
 In 6 Comuni su 10, 497 in totale,  a contendersi la carica di sindaco sono solo uomini. La situazione inversa, solo donne candidate, riguarda il 3% delle amministrazioni.

14.01 - Sicilia, 4 sindaci già eletti

In 4 comuni della Sicilia si conosce già il nome del nuovo sindaco  visto che c'era un solo candidato e che è stato raggiunto il quorum. Si tratta di  Valledolmo, Alcara Li  Fusi,  Cesarò e Letojanni.

14.00 -  Via allo spoglio delle elezioni amministrative 2022

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?