Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
13 giu 2022
13 giu 2022

Elezioni comunali 2022 a Sesto e in altri 21 Comuni in provincia di Milano: i risultati

Alcune città vanno al ballottaggio: ecco i risultati e i sindaci eletti

13 giu 2022
featured image
Lo spoglio delle schede dopo una tornata elettorale (foto d'archivio)
featured image
Lo spoglio delle schede dopo una tornata elettorale (foto d'archivio)

Milano, 13 giugno 2022 - Alle 14 di oggi è iniziato lo spoglio delle elezioni comunali. Nella città metropolitana di Milano, i Comuni che si sono recati alle urne sono stati 22. Tra questi, 11 hanno più di 15 mila abitanti. Ecco tutti i risultati e i sindaci eletti.

Sesto San Giovanni - 

A Sesto San Giovanni, a sfidare il sindaco uscente Roberto Di Stefano, sostenuto dall'intero arco del centrodestra (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Amiamo Sesto e la civica Di Stefano Sindaco) sarà Michele Foggetta (Pd, M5S, Per Foggetta Sindaco, Cittadini in Comune e Michele Foggetta Sindaco). Di Stefano si è fermato poco sotto al soglia del 49%, Foggetta sotto il 39%. Terzo, il civico Paolo Vino.

Abbiategrasso

Cesare Nai è nettamente al comando ad Abbiategrasso, davanti ad Alberto Fossati. Entrambi andranno al ballottaggio. Gli elettori abbiatensi hanno potuto scegliere fra tre volti molto noti: il sindaco uscente Cesare Nai, sostenuto da Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia, Abbiategrasso Merita e Abbiategrasso Attiva, Alberto Fossati, con Partito Democratico, Movimento Cinque Stelle e La Città e Alberto Luigi Tarantola, sostenuto da Ricominciamo Insieme e Giovani per Abbiategrasso.

Binasco

A Binasco la sfida fra le due candidate sindaco donna l'ha vinta Liana Castaldo della lista BinascoPiù con il 63,97%. Daniela Fabbi della lista SiamoBinasco siè  fermnata al 36,03

Buccinasco

Vittoria schiacciante del sindaco Rino Pruiti a Buccinasco che continua per altri cinque anni il mandato. Appoggiato dalla sua lista civica Noi di Buccinasco, Partito Democratico, i Riformisti e Sinistra Italiana insieme ai Verdi, il 59enne civico ha battuto l’avversario schierato dal centrodestra Manuel Imberti, appoggiato dal suo partito, la Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Centristi e Popolari e lista civica BucciRinasco.

Bussero

E' Massimo Vadori, candidato del centrosinistra di IdeAzione e vicesindaco uscente, il nuovo sindaco di Bussero. Nel borgo roccaforte del centrosinistra da sempre, ma non immune a questo giro dal virus della scarsa affluenza, Vadori ha prevalso, conquistando il 50,52% dei voti, lasciandosi alle spalle per 177 voti Milena Olini, candidata della lista di centrodestra "Voce", che ha conquistato il 45,68%. In coda Diana Romano, la candidata di Italexit, ferma al 2,80%. Il ribaltone tanto agognato da un centrodestra stavolta "quasi" unito nemmeno questa volta si è verificato. 

Canegrate

Matteo Modica è il nuovo sindaco di Canegrate. I cittadini hanno confermato l'Amministrazione uscente. A Canegrate Matteo Modica, vicesindaco della giunta di centrosinistra "Canegrate Insieme" uscente, è risultato sin dall'inizio dello spoglio delle schede nettamente in testa alla tornata elettorale nei confronti di Matteo Matteucci di "Canegrate nel cuore". Modica è il sindaco che prenderà il posto di Roberto Colombo.

Cernusco sul Naviglio 

Si va al ballottaggio a Cernusco sul Naviglio, l'uscente Ermanno Zacchetti (centrosinistra) con il 40,55% è tallonato da Daniele Cassamagnaghi del centrodestra al 37,78. Terzo Giordano Marchetti (Vivere Cernusco) con l'11,21% e quarta Rita Zecchini “Sinistra per Cernusco e La Città in Comune) al 10,46%.

Dresano

A Dresano il sindaco è Nicola Infante, candidato della lista Primavera per Dresano, che ha totalizzato il 55,79% delle preferenze (771 voti). Sconfitti il candidato della lista Uniti per Dresano, Daniela Pilloni, che ha raccolto il 34,23% delle preferenze (473 voti), non va oltre il 9,99% Cesare Loris Mannucci della lista Dresano in comune (138 voti).

Garbagnate Milanese 

Vince al primo turno anche Davide Barletta, della Lega, sindaco uscente di Garbagnate Milanese. Anche qui lo scrutinio non è ancora finito, i dati ufficiali si riferiscono a 19 sezioni su 26, ma il sindaco leghista ha già ottenuto il 61% dei consensi elettorali con un netto vantaggio sull'avversario più temuto, Giuseppe Macrì, esponente del Pd. La sua coalizione composta dalla Lista Giuseppe Macrì sindaco per Garbagnate, lista CivicaMente, lista Abc Garbagnate e dal Movimento 5 Stelle, si è fermata al 28%.

Grezzago

Vittoria schiacciante per l'altro nuovo primo cittadino della Martesana Lino Pulici a Grezzago. Con l'86,14% e la civica “Uniti” ha vinto su Luigi Mauri (Amici per Grezzago), che deve accontentarsi del 13,86%.

Magenta 

Luca Del Gobbo si appresta a tornare a indossare la fascia tricolore a Magenta. E forse potrebbe farlo già al primo turno. Il suo vantaggio su Enzo Salvaggio, unico rivale a cercare di tenergli testa è notevole. Si aspetta solo di capire se la vittoria di Del Gobbo arriverà al primo turno o sarà necessario il ballottaggio.

Magnago

Dario Candiani è il nuovo sindaco di Magnago. Anche qui solo due candidati in corsa: Gianluca Marta, appoggiato da Continuiamo il cambiamento per Magnago e Bienate, e Dario Eugenio Luigi Candiani, sostenuto da Civica, Forza Italia, Lega Salvini Lombardia e Fratelli d'Italia. Proprio quest'ultimo sarebbe in vantaggio.

Melegnano 

A trionfare alle elezioni di Melegnano è stato il candidato del centrodestra Vito Bellomo. Col 53,88% dei consensi, il rappresentante di Forza Italia, sostenuto anche da Fratelli d’Italia, Lega e Melegnano Lab, già sindaco della città dal 2007 al 2017, è riuscito a guadagnare la fascia tricolore al primo turno e ad evitare al suo schieramento la fatica del ballottaggio. 

Melzo 

Ballottaggio da pronostico per la carica a sindaco di Melzo, e a guidare la classifica è il primo cittadino uscente Antonio Fusè, candidato della coalizione civica Insieme per Melzo, Progetto per Melzo, Futuro per Melzo e Antonio Fusè sindaco, premiato al primo turno con il 40,83% dei voti. Lo sfidante è Franco Guzzetti, il candidato della coalizione di area centrodestra che include la civica Melzo si Rigenera, Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Noi per l'Italia, al secondo posto in classifica con il 33,67%.. Sono fuori ballottaggio il candidato del pd Rocco Martelli, fermo al 19,42% e la candidata del Movimento cinque Stelle Federica Casalino, 6,08. A scrutinio terminato la soddisfazione maggiore si respira in casa delle civiche, dove non mancavano i timori:

Noviglio

A Noviglio ha vinto per soli 12 voti Javier Miera con la lista Noviglio radici e Futuro che torna a indossare la fascia tricolore. Era già stato sindaco per due mandati dal 2002 al 2012. Sconfitta Giusy Ambrosio, candidata sindaco di Scelta Civica Noviglio Si ed erede della sindaca uscente Nadia Verduci. A Binasco la sfida fra le due candidate sindaco donna l'ha vinta Liana Castaldo della lista BinascoPiù con il 63,97%. Daniela Fabbi della lista SiamoBinasco siè  fermnata al 36,03

Pieve Emanuele

Pierluigi Costanzo è il nuovo sindaco di Pieve Emanuele: con la  lista SiAmoPieve  ha ottenuto il 44,95% dei voti. Paola Battaglia candidata di Insieme Oltre si è fermata al 30,59%. Crolla il centrodestra con Roberto Savoca al 18%. Riccardo Cuomo di Civicamente al 5,9% e la candidata della lista Paragone, Francesca Gentile si ferma al 3,21%.

Pregnana Milanese

Pregnana Milanese, Angelo Bosani, esponente della lista di centro-sinistra "Insieme per Pregnana", ha ottenuto 2089 voti pari al 64,16% mentre la sua avversaria Maria Grazia Pizzigoni della lista "Laboratorio civico" si è fermata a 1167 voti pari al 35,84. Il comune da oltre 20 anni "roccaforte" rossa è il secondo in provincia di Milano per numero di votanti, ben il 57% degli aventi diritto si è recato alle urne domenica 12 giugno per scegliere il sindaco. 

San Donato Milanese 

A San Donato si va al ballottaggio. Ad affrontarsi al secondo turno saranno Gianfranco Ginelli, vicesindaco uscente, e Francesco Squeri, imprenditore, uomo nuovo della politica. Il primo, sostenuto da un ampio schieramento di partiti e liste civiche tra Pd, Sinistra Italiana, Europa verde, la Civica, Azione e Insieme per San Donato, ha ottenuto il 37,19% dei consensi; il secondo, con le liste San Donato Futura e SandoLab, ha incassato il 33%. Al terzo posto, col 29,81% delle preferenze, Guido Massera, 59 anni, esponente di Fratelli d’Italia appoggiato anche da Forza Italia, Lega e dalla lista Greenland.

San Giorgio su Legnano

Claudio Ruggeri è il nuovo sindaco di San Giorgio su Legnano. I cittadini hanno confermato l'Amministrazione uscente. 

Senago

A Senago, a scrutinio ancora in corso (15 su 19 sezioni), Magda Beretta della Lega, con il 65,21% ha sicuramente vinto contro il suo avversario di centro-sinistra, Giuseppe Sofo che è al 34,71%. Beretta correva per la coalizione di centro-destra, Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Uniti per Senago e la lista civica "Beretta sindaco", commenta, "sicuramente è una grande vittoria che premia il lavoro fatto in questi cinque anni e la campagna elettorale degli ultimi mesi - commenta Beretta - da un punto di vista personale è una grande emozione. Ora mi prendo 24 ore di vacanza e poi dopo la proclamazione ufficiale mi concentrerò sulla composizione della nuova giunta".

Vernate

A Vernate rieletta Carmela Manduca, candidata della lista Comitato per Vernate, che ha ottenuto il 77,33% delle preferenze; sconfitto, invece, il candidato della lista “Pensare in piccolo per vivere alla grande”, Francesco De Amici, che ha raccolto il 22,67%.

Vimodrone

 Quarta conferma al primo turno per Dario Veneroni alla guida di Vimodrone, il sindaco uscente alla testa del centrosinistra passa con il 52,41%, si fermano al 22,50 Walter Devatak (centrodestra), al 21,81% Aurora Impiombato (Cambiamo insieme e Progetto Vimodrone) e al 3,28 Silvio Sanfilippo con Italexit. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?