Forte pioggia a Milano: attivata la vasca per il Seveso, ora si teme per il Lambro. Allerta gialla fino a mezzanotte

Evacuate comunità del parco Lambro. L’assessore Granelli polemizza: “A monte le vasche non ci sono ancora e tocca a Milano tutelarsi da sola. Speriamo che Regione Lombardia e Aipo si muovano”

È entrata in funzione a partire dalle 13.13 la vasca di contenimento del Seveso al Parco Nord, quando in via Valfurva, quartiere Niguarda, i livelli del fiume avevano raggiunto due metri di altezza (a tre metri esonda). Senza la vasca, adesso i quartieri sarebbero sott'acqua. La decisione di attivare la vasca è arrivata dopo una notte e una mattinata di apprensione per il livello dei fiumi in costante crescita.In tarda mattinata al parco Lambro sono state evacuate le comunità in via precauzionale. 

Allerta gialla fino a mezzanotte

Prosegue fino a mezzanotte l'allerta gialla su Milano per rischio idraulico e idrogeologico: lo rende noto il bollettino diramato dal Centro Monitoraggio Rischi Naturali della Regione Lombardia. Il Centro Operativo Comunale (COC) della Protezione civile resta attivo per coord

inare gli eventuali interventi in città. "Sta piovendo molto in città –  sottolinea l’assessore alla Protezione civile del comune di Milano Marco Granelli – Siamo nella fase più intensa dalle prime ore di questa mattina e si estenderà per la giornata di oggi, ma verso sera dovrebbe diminuire. Abbiamo squadre di Mm che stanno lavorando in tutti i quartieri. Ha piovuto anche in Brianza. I livelli dei fiumi sono aumentati. Per il Seveso c’è la vasca. Purtroppo a monte le vasche non ci sono ancora e tocca a Milano tutelarsi da sola. Speriamo che Regione Lombardia e AIPO si muovano”. 

Allagamenti e alberi caduti

Tantissimi gli interventi dei vigili del fuoco per allagamenti e alberi caduti. A causa del maltempo, un albero è caduto davanti alla Mondadori di Segrate, sulla circonvallazione dell'idroscalo, che è stata chiusa in direzione di Milano. A San Donato Milanese, a causa delle forti raffiche di vento, un albero è caduto su un’auto in sosta. Per fortuna non ci sono stati feriti. 

Monitoraggio fiumi, i livelli idrometrici

Sul fronte monitoraggio fiumi, Granelli ha reso noti i livelli idrometrici nella mattinata, aggiornandoli man mano che l’allarme cresceva. Alle 9.30 per il Seveso erano: a Cesano Maderno 0,89,  a Palazzolo 0,09, a Ornato 1,12 e a Valfurva 1,24. Più preoccupanti quelli del Lambro: a Peregallo 0,76 e a Feltre 1,80. Mentre alle 11.15 i livelli idrometrici del Seveso hanno raggiunto: a Cesano Maderno 1,37, a Palazzolo 0,56, a Ornato 1,15, a Valfurva 1,23 . Quelli del Lambro alle 11.15 erano: a Peregallo 0,95 e a Feltre 1,90. 

Perché il Seveso fa paura

Dal 1975 a oggi, il Seveso è fuoriuscito dal tratto tombinato con una media di due volte e mezza all'anno; solo tra il 2010 e il 2023, è accaduto più di venti volte, con il picco delle sei esondazioni del 2014. La paura è che possa ripetersi quanto accaduto il 31 ottobre 2023, quando Milano si è ritrovata sott’acqua a causa dell’esondazione del Seveso, con strade e sottopassi chiusi perché allagati e persino la metro gialla finita sott’acqua.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro