Sant’Angelo Lodigiano, via libera per la sepoltura di Giovanna Pedretti

Dopo l’autopsia arriva dalla procura l’ok per l’ultimo saluto alla proprietaria della pizzeria “Le Vignole”

L'avviso sulla saracinesca della pizzeria Le Vignole. A destra, Giovanna Pedretti
L'avviso sulla saracinesca della pizzeria Le Vignole. A destra, Giovanna Pedretti

In una settimana, la triste parabola di Giovanna Pedretti arriva al suo epilogo. Da eroina delle minoranze e paladina dei diritti per la risposta alla recensione omofoba e abilista di un avventore del suo locale (forse mai esistito), fino al ritrovamento del suo cadavere nel Lambro domenica scorsa e il via libera per la sepoltura, arrivato oggi. 

Dopo l'autopsia eseguita ieri all'Istituto di Medicina legale di Pavia, che ha certificato il suicidio della ristoratrice di Sant’Angelo avvenuto per annegamento, la Procura di Lodi ha infatti dato il nullaosta alla sepoltura della ristoratrice 59enne. A questo punto fissare il funerale spetta alla famiglia, al marito Nello e la figlia Fiorina, che hanno chiesto tramite l'avvocato Simona Callegari di rispettare il loro dolore.