Legnano, i social incastrano il rapinatore del Mc Donald's

Si tratta di un cittadino italiano di 40 anni: l’11 febbraio ha minacciato i commessi dell’esercizio commerciale con una pistola e il volto coperto per un bottino di 300 euro

L'insegna degli esercizi commerciali Mc Donald's

L'insegna degli esercizi commerciali Mc Donald's

Legnano (Milano), 21 febbraio 2024 - La Polizia di Stato di Legnano ha rintracciato l’uomo che l’11 febbraio si è reso responsabile della rapina al Mc Donald's: l’uomo che armato di pistola, aveva seminato il panico nel noto esercizio di viale Cadorna è un cittadino italiano di 40 anni che è stato denunciato a piede libero con l’accusa di rapina aggravata.

Il 40enne ha ammesso le proprie responsabilità ma la Procura della Repubblica di Busto Arsizio aveva già in mano un solido quadro indiziario ricostruito con dovizia di particolari dai poliziotti di via Gilardelli.

Per ritrovare il rapinatore sono stati necessarie le testimonianze raccolte dagli agenti e le immagini degli impianti di videosorveglianza privati e comunali per rintracciare la vettura dell'uomo.

Le ricerche si sono incrociate anche con profili social dell’indiziato, dove i poliziotti hanno individuato alcune foto passate che ritraevano l’uomo con gli stessi indumenti utilizzati il giorno della rapina.

Con le immagini delle telecamere e ulteriori indizi, gli agenti sono andati a colpo sicuro e hanno rintracciato il rapinatore

L’uomo si era presentato nel McDonald’s a volto coperto e minacciando due dipendenti con una pistola, ha richiesto il denaro contenuto in cassa, quantificato in circa 300 euro.

Il malvivente era subito fuggito verso via Morganti, venendo inseguito per un breve tratto di strada da un addetto alle pulizie.