Allarme sicurezza a Milano, Sala non ci sta: “Evidente campagna politico-mediatica contro la città”

Il sindaco è tornato a parlare della questione sicurezza a Milano dalle storie del suo profilo Instagram. Oltre all’attacco, Sala ha condiviso dati che fotografano un calo degli omicidi

Beppe Sala sul tema sicurezza in città: "Chiaro campagna politico-mediatica contro Milano"

Beppe Sala sul tema sicurezza in città: "Chiaro campagna politico-mediatica contro Milano"

Dopo gli attacchi e le denunce di vip e influencer (da Verdone a Levante passando per Chiara Ferragni e Flavio Briatore), che si aggiungono alle migliaia di segnalazioni dei cittadini, Beppe Sala è tornato a parlare del tema sicurezza a Milano.

E il sindaco meneghino, attraverso alcune storie pubblicate sul suo profilo Instagram, ha optato per passare dalla difesa all’attacco dichiarando che sarebbe in corso “un'evidente campagna politico-mediatica contro Milano". Poi chiarisce: “Lo ridico: la sicurezza è un diritto che va garantito. È un tema comune a tutte le grandi città. Ma ciò non vuol dire che la questione sia meno importante per Milano".

Il sindaco, insieme al suo messaggio, ha condiviso anche dei dati che fotografano un calo degli omicidi volontari a Milano, dal 1987 al 2023 diminuiti da 15 a 8. "Detto tutto ciò noi continueremo a lavorare per migliorare la situazione", ha aggiunto. "Che ci sia una campagna politica e mediatica contro il Sindaco ci sta. Ma chi per calcolo politico attacca Milano fa un danno ai tanti che grazie all'attrattività della città' lavorano o comunque costruiscono le basi per la propria vita", ha concluso.

I dati sui crimini condivisi da Sala sui social
I dati sui crimini condivisi da Sala sui social

Dati che tuttavia sono in contrasto con l’ultimo rapporto del Ministero dell’Interno, per il settimo anno di fila, ha eletto Milano come la città con più reati denunciati d’Italia. Soltanto l’anno scorso, nell’intera città metropolitana sono stati denunciati 225 mila delitti (su 3,2 milioni di abitanti). Il problema riguarda soprattutto la microcriminalità. Negli ultimi due anni, le rapine sono aumentate del 64% e i furti con strappo del 50%.