Flavio Briatore e il furto in centro a Milano: “Un ragazzo in monopattino mi ha rubato lo zaino. Città fuori controllo”

L’imprenditore ha denunciato l’episodio su Instagram: “È avvenuto alle 11 di mattina in zona Cordusio, per fortuna c’era un finanziare che ha bloccato il ladro”

Flavio Briatore, 73 anni

Flavio Briatore, 73 anni

Milano – “Milano città sicura o non sicura. Sentite quello che è successo a me, alle 11 del mattino in piazza Cordusio”. Inizia così il video su Instagram di Flavio Briatore in cui denuncia un furto di cui è stato vittima in centro a Milano.

Appuntamento per un caffè

“Il mio autista – racconta l’imprenditore – mi stava aspettando in zona Cordusio dove avevo un appuntamento per un caffè. L’autista viene chiamato al telefono, scende dalla macchina e in quel momento arriva un extracomunitario in monopattino, apre la portiera, prende lo zaino appoggiato sul sedile e scappa”.

Il capitano della Finanza

"Per fortuna – prosegue Briatore nel suo sfogo sui social – nelle vicinanze c’era un capitano della Guardia di Finanza che vede la scena, corre, blocca questo ragazzo. E poi riconsegna lo zaino all’autista”.

In pieno centro

"Al militare va tutto il mio ringraziamento. Ma mi chiedo, secondo voi – dice rivolto ai suoi 1,3 milioni di follower – è una cosa normale che in pieno centro, alle 11 del mattino, hai la gente che ti viene a rubare in macchina fregandosene che c’è l’autista lì a un metro? E per fortuna che c’era questo capitano della Guardia di Finanza che è intervenuto, altrimenti io sarei rimasto senza zainetto, dentro al quale avevo tutto e avrei dovuto rinunciare al mio viaggio di domani perché non avrei più il passaporto”.

L’affondo a Sala

Poi l’affondo a Sala, “che – conclude Briatore – dice sempre che va tutto bene e che tutto è a posto. Invece non c’è nulla che va bene. Milano è una città pericolosa. Per cui datevi una mossa, cercate di sistemarla perché così la gente ha paura. E io, che non ho mai avuto paura di nulla, quando verrò a Milano farò molta attenzione perché so che è una città pericolosa. È una roba da matti: tutto è fuori controllo”.

I precedenti 

Quella di Briatore è solo l’ultima delle denunce social sull’allarme sicurezza a Milano, iniziate nel luglio del 2022 con un post di Chiara Ferragni: “Sono angosciata e amareggiata dalla violenza che continua a esserci a Milano – scriveva su Instagram l’imprenditrice digitale – Ogni giorno ho conoscenti e cari che vengono rapinati in casa, piccoli negozi al dettaglio di quartiere che vengono svuotati dell’incasso giornaliero, persone fermate per strada con armi e derubate di tutto. La situazione è fuori controllo”. Dopo di lei le denunce si sono moltiplicate, allungando una variegata lista che comprende la showgirl di “Temptation Island” Desirée Maldera, la presentatrice tv e influencer Giulia Salemi, le ex veline Ludovica Frasca e Thais Wiggers, la moglie del calciatore Stefano Sensi, Giulia Amodio. Fino all’ultima: un video su Instagram di Elenoire Casalegno del 22 ottobre, in cui la showgirl denunciava di essere stata aggredita da uno squilibrato in zona Brera.