Fedez parla del pestaggio a Iovino: “Massacro? Io non c’ero. Ma poi lui è andato a ballare a Ibiza”

Il rapper rilascia le prime dichiarazioni sulla spedizione punitiva al personal trainer dopo la lite in discoteca: “Dalle telecamere non si vede niente. Senza il mio nome non ci sarebbe notizia”

Fedez e il personal trainer Cristiano Iovino

Fedez e il personal trainer Cristiano Iovino

Fedez rompe il silenzio sul caso Iovino. Il rapper milanese ha commentato la notizia a proposito del caso del pestaggio del personal trainer dei vip, Cristiano Iovino nato, si dice, per il litigio dopo le avance di quest’ultimo a Ludovica Di Gresy, una ragazza della bene milanese che si trovava in compagnia del rapper. “Tutti parlano di un massacro, ma poco dopo è andato a ballare. Se non ci fosse il mio nome non ci sarebbe notizia”, le parole di Fedez alla Stampa prima dell'incontro sulla salute mentale, all'Auditorium del Salone del Libro.

Poi aggiunge “Io non c'ero, e dalla telecamera non si vede niente. Si parla di 9 persone che hanno massacrato una persona, tutti ultras del Milan. La persona viene aggredita, arriva l'ambulanza - ha ricostruito - ma non viene portata in ospedale. Tutti parlano di un massacro, ma se questa persona non è stata portata in ospedale non c'è un referto medico e non ha denunciato, di cosa stiamo a parlare? Oltretutto poco dopo è andato a ballare a Ibiza… Se non ci fosse il mio nome in mezzo non ci sarebbe la notizia”.

Poi ancora bordate alla stampa: "Oggi da un lato abbiamo ragazzi che hanno priorità e dall'altro una stampa che si occupa di cazzate inutile, tipo cosa fa la notte Fedez. Non avete capito che ai ragazzi non gliene frega un c.... Sarebbe il caso che la stampa non giocasse a fare l'influencer e rivalutasse le sue priorità".

Approfondisci:

Fedez e il caso Iovino, il sorriso beffardo sui social: “Parlate di me? Sono al Salone del libro”

Fedez e il caso Iovino, il sorriso beffardo sui social: “Parlate di me? Sono al Salone del libro”

Prima di andare in fiera il rapper aveva postato una storia su Instagram in cui, sdraiato sul divano chiedeva con un sorriso beffardo: “Ehi, stavate parlando di me? Io sono al Salone del libro tra poco. Con il presidente dell'ordine degli psicologi, tra poco a Torino. Sarà divertente”. Non è certo che a Torino il rapper si sia divertito come pensava, più sicuro, invece, che le sue risposte abbiano chiarito un po’ meglio quale sia la  sua posizione sulla vicenda Iovino.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro