Villa di Chiavenna, i lupi attaccano pecore e agnelli nella notte: violati i recinti elettrificati

Sondrio, nel mirino gli animali della famiglia del consigliere regionale e assessore Silvana Snider. Le pecore sono state ritrovate spaventate, ferite o sbranate

Un lupo (Foto archivio)

Un lupo (Foto archivio)

Ingenti danni a pecore e agnelli di proprietà della famiglia del consigliere regionale Silvana Snider, assessore a Villa di Chiavenna. In questo caso lei e la sua famiglia hanno perso alcuni ovini a causa della predazione di uno o più lupi, presenti nel chiavennasco.

"Stamattina, come tutte le mattine – ha raccontato il consigliere regionale Snider – mio marito dopo aver accudito le pecore in stalla, è salito a piedi al nostro maggengo per sfamare gli altri animali tenuti in un apposito recinto protetto da rete elettrificata. Dopo la solita ora di cammino su irto sentiero, ha sgranato gli occhi: le pecore erano scappate tranne una rimasta intrappolata nella rete sfondata dalle stesse e le orme del lupo ovunque. Ha chiamato subito Daniele e Robi, con cui lavora. Lo hanno raggiunto e si sono messi subito alla ricerca. Alcune sono state ritrovate spaventate, altre ferite o sbranate".

Il consigliere Snider ha voluto esprimere tutto il suo sgomento per quanto accaduto e rimarcare che per lei quello rappresentato dal lupo è un problema. Un tema che da tempo tiene banco in Valchiavenna, anche perché si guarda a come si sta regolando la confinante Svizzera. A nulla sono servite le reti elettriche messe a protezione degli ovini lasciati in montagna all’aperto.