Elicottero precipitato, il copilota in ospedale: “Non ho dolore, sto seduto e mangio”

Marco Gualtiero tranquillizza sulle sue condizioni. Sta bene anche l’altro assistente di volo, in coma artificiale ma fuori pericolo il pilota

Marco Gualtiero nel suo letto d'ospedale

Marco Gualtiero nel suo letto d'ospedale

Gerola Alta (Sondrio) – “Sono già seduto a mangiare e non ho dolore". Così Marco Gualtiero, uno dei tre uomini a bordo dell’elicottero precipitato martedì sera in Val Pianella, nel territorio comunale di Gerola Alta (Sondrio), tranquillizza sulle sue condizioni.

Il messaggio, corredato da una foto dal letto d’ospedale, è stato diffuso da Heli Austria GmbH, la società bolzanina che offre servizi di voli turistici in elicottero per cui Gualtiero lavora. Il 25enne di Albavilla (Como), primo assistente di volo, è ricoverato al Manzoni di Lecco per alcune fratture. Il secondo assistente di volo Danilo Dinelli, 24 anni di Vercana (Como), si trova invece agli Spedali Civili di Brescia e, sempre secondo quanto riferisce Heli Austria GmbH, anche lui si trova in buone condizioni.

L'elicottero precipitato a Gerola Alta
L'elicottero precipitato a Gerola Alta

A riportare le conseguenze più gravi nell’incidente, su cui la Procura di Sondrio ha aperto un’inchiesta, è stato il pilota, il 60enne svizzero Markus Ley. Ricoverato al papa Giovanni XXIII di Bergamo, si trova in coma indotto e sarà trasferito in Svizzera non appena le sue condizioni lo consentiranno. In ogni caso, anche lui non versa in pericolo di vita.