Chiara Ferragni a “Che tempo che fa”: sincera o stratega? L’analisi della docente

Maria Angela Polesana, professoressa di Sociologia dei Media alla Iulm, ha analizzato l’intervista dell’influencer con Fabio Fazio: “Dietro al suo intervento una regia molto precisa. È tornata la Ferragni che conoscevamo”

Milano, 4 marzo 2024 – “La solita Chiara Ferragni che conoscevamo è tornata e l’influencer è riuscita nel suo intento”: dopo l’intervista di Ferragni ai microfoni di Fabio Fazio a "Che tempo che fa”, in pochi hanno cambiato idea sulla sua credibilità in merito all’indagine per truffa aggravata sulla vendita del Pandoro Balocco.

In pochi hanno creduto alle lacrime e al tentativo di divincolarsi dagli “errori di comunicazione” facendo leva sulle altre opere benefiche, come i soldi donati durante la pandemia per rafforzare i reparti di Terapia intensiva o quelli del cachet di Sanremo 2023 devoluti ad associazioni che tutelano donne vittime di violenza.

Un momento di commozione di Chiara Ferragni durante l'intervista a Che tempo che fa
Un momento di commozione di Chiara Ferragni durante l'intervista a Che tempo che fa

Eppure dopo l’intervista, Maria Angela Polesana, docente di Sociologia dei media dell’università Iulm di Milano ha utilizzato le sue conoscenze in materia per fornire un’analisi dettagliata delle volontà di Chiara Ferragni, che da dicembre 2023 sta cercando in tutti i modi di ripulirsi l’immagine danneggiata.

La scelta della musica, del fazzoletto e degli errori

Dalla colonna sonora, al fazzoletto portato per i momenti di commozione, fino agli errori grammaticali nell'esprimersi: ieri sera nello studio di Fazio è "tornata in azione la solita Chiara Ferragni, una professionista che fa molta attenzione alla sua immagine e ha un'ansia di controllo su tutti e su tutto".

E nonostante il continuo richiamo alla sua "autenticità” e l'intervista fosse "molto misurata, attenta e controllata", l'influencer è riuscita nel suo intento e la strategia che sta adottando in questo periodo si sta rivelando vincente.

Già in merito al video pubblicato dall’influencer dopo il caso Pandoro, la professoressa Polesana aveva stroncato il video di scuse pubblicato dall'influencer dopo lo scandalo Pandoro: "È un passo falso", diceva Polesana, "ma - aggiungeva - recupererà".

Strategia diversa a seconda dei social e del pubblico

La strategia adottata da Ferragni nelle ultime settimane vira su più media, secondo la professoressa: "Ieri sera in tv ha ribadito i concetti già espressi sui social e nell'intervista al 'Corriere della Sera', dipingendosi come una persona innocente, fragile e vittima di un attacco mediatico. Sono contenuti tutti molto coerenti, io ci vedo dietro una regia molto precisa", ha sottolineato Polesana.

Quello che cambia da media a media, però, è il target di pubblico: "Attraverso questa apparizione televisiva il tentativo era probabilmente non tanto quello di avvicinarsi ai suoi follower, ma di riconquistare i brand che in questo periodo l'hanno abbandonata. E in parte c'è riuscita, se guardiamo ai dati di ascolto di Fazio", ha evidenziato la docente di Sociologia dei media, riferendosi allo share del 14% raggiunto dal Nove ieri sera.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro