Stadio del Milan a San Donato, rispunta l’ipotesi di un referendum popolare

Una richiesta in questo senso, accompagnata da 100 firme, è stata depositata in Comune dal Comitato “no stadio”

Progetto stadio Milan a San Donato

Progetto stadio Milan a San Donato

San Donato Milanese (Milano), 8 febbraio 2024 – I sandonatesi saranno chiamati alle urne per dire “sì” o “no” allo stadio del Milan? Nella giornata di oggi, 8 febbraio, il Comitato che da mesi si batte contro l’ipotizzata realizzazione di un’arena da 70mila posti nell’area San Francesco ha depositato in Comune la richiesta, accompagnata da 100 firme, di organizzare sull’argomento un referendum popolare. L’iniziativa avrebbe un carattere consultivo, non vincolante né abrogativo, ma servirebbe comunque per saggiare gli umori della popolazione rispetto a questo tema.

Approfondisci:

Stadio del Milan a San Donato? Il sindaco: dialogo con i residenti. Il comitato del no pensa a un referendum

Stadio del Milan a San Donato? Il sindaco: dialogo con i residenti. Il comitato del no pensa a un referendum

La richiesta di un referendum, poi respinta dalla maggioranza del sindaco Francesco Squeri, era già stata avanzata in consiglio comunale, nei mesi scorsi, attraverso una mozione della minoranza. Mentre in quel caso, però, si trattava di un indirizzo politico la cui assunzione era a discrezione del sindaco e della sua maggioranza, in questo caso si tratta di una richiesta formale, la cui ammissibilità dovrà essere ora vagliata da un apposito organismo, il Collegio dei garanti.

“La costruzione di uno stadio non era prevista nel programma elettorale dell’attuale amministrazione, che non possiede dunque il mandato politico per decidere da sola. E’ indispensabile il coinvolgimento dei cittadini, che devono potersi pronunciare”: è questa una delle motivazioni del Comitato.

Dopo essere stato analizzato dagli uffici del Comune, il progetto di uno stadio nell’area San Francesco è stato giudicato “percorribile” dalla Giunta del sindaco Francesco Squeri. Ora si va verso un Accordo di programma, ossia un percorso che, viste le ricadute sovraterritoriali dell’ipotizzato intervento, coinvolgerà altri enti, oltre al Comune di San Donato. E il 13 febbraio le linee guida del progetto verranno illustrate ai cittadini nell’ambito di un’assemblea pubblica, alle 20.30 in Municipio.  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro