Doom Entertainment, cos’è e chi rappresenta l’agenzia fondata da Fedez

Nata nel 2013, ha lanciato anche Rovazzi (che poi l’ha lasciata). Il nome originario, Newtopia, ispirato da una frase di John Lennon. Al timone la madre del rapper

Milano, 17 giugno 2024 – La partenza come etichetta discografica, il nome ispirato alla frase di un grandissimo della musica pop, il timone affidato ad Annamaria Berrinzaghi, riverita madre-manager di Fedez. E un pacchetto di personalità e vip gestiti in ogni aspetto, dalla comunicazione alla promozione. 

È la Doom Entertainment, agenzia di management che fa riferimento al rapper milanese, nota fino al 2020 con la denominazione di Newtopia. Fra gli assi nel mazzo della società c’è stato, fino al 2021, l’atleta azzurro Marcell Jacobs, oro olimpico nei 100 metri a Tokyo. La rottura è stata netta, lasciando lo strascico di una querela mossa nei confronti dello sprinter per alcune dichiarazioni rilasciate sui media.

Le indagini sono appena state chiuse: Jacobs rischia di affrontare l’udienza preliminare del processo a un mese dai giochi di Parigi.

Le origini

La Doom Entertainment nacque nel 2013 come Newtopia, per opera di J-Ax e Fedez. Inizialmente si affermò come label discografica, veicolo per la pubblicazione dei lavori dei due rapper (la prima uscita fu l’album Pop-Hoolista di Fedez) e dei loro protégée, talenti scovati nell’ambiente dell’hip-hop tricolore. Fra le scoperte anche Fabio Rovazzi, che sfornò la sua hit Andiamo a comandare sotto le insegne di Newtopia.

Il nome

Il nome deriva da una frase pronunciata da John Lennon in un'intervista rilasciata durante gli anni ‘70. In quell’occasione l’ex leader (a metà con Paul McCartney) dei Beatles, invitato dal presidente degli Stati Uniti Richard Nixon perché lasciasse New York a vantaggio di Londra, rispose di essere cittadino di una repubblica ideale denominata Newtopia.

Gli addii

Newtopia scontò un momento difficile nel 2018, quando J-Ax e Rovazzi decisero di lasciare la compagnia. Seguì, a inizio 2020, la mossa di Fedez, che cedette il 51% di Newtopia a Be Group, soggetto quotato in borsa, per una cifra di circa 2 milioni di euro. Il passaggio di quote portò a ribattezzare la società Doom Entertainment.

La sede

Suggestivo il locale scelto per ospitare la sede di Doom: si tratta di una chiesa sconsacrata in via Lamarmora a Milano, nel centralissimo quartiere di Crocetta (zona Policlinico). 

Le personalità rappresentate

Da etichetta musicale, la Doom si è mutata presto in agenzia di comunicazione e promozione a tutto tondo. Oggi, sotto l’ampio ombrello della definizioni di creatori di contenuti digitali, cura gli interessi di tatuatori (Anakin), dj (Andrea Damante, Federica Messaggeri), chef (Isabella Potì) ed esperte di make-up (Gaia Visco Gilardi, Natalia Paragoni) e tanti altri.