Lodi, va a correre e muore: stroncato a 49 anni dal forte caldo

E’ successo in una zona semicentrale della città. Inizialmente si era pensato che l’uomo fosse rimasto vittima di un incidente, tanto che sul posto sono intervenuti anche i carabinieri

Un'ambulanza (Foto d'archivio Cavalleri)

Un'ambulanza (Foto d'archivio Cavalleri)

Lodi, 22 luglio 2023 - Un’altra vittima del meteo impazzito di questi giorni di metà luglio, che alterna bombe d’acqua e violente grandinate a giornate tropicali con temperature insopportabili e talvolta fatali. Un uomo di 49 anni è morto nel tardo  pomeriggio di oggi, in una zona semicentrale di Lodi, mentre si stava allenando. L’uomo era andato a correre in un orario in cui il tasso di umidità unito al caldo era ancora molto alto ed evidentemente insostenibile per il suo fisico.

Sul posto sono arrivati anche i carabinieri ma essendo stato subito chiarito che l'uomo non era stato investito e che si era trattato di un malore legato al caldo e all’attività fisica svolta dall’uomo, la salma è stata immediatamente messa a disposizione della famiglia.

Quello avvenuto oggi a Lodi non è l’unico decesso legato al forte caldo dell’ultima settimana. Negli ultimi giorni nel Bresciano si sono registrate almeno tre morti sospette dovute all’intensa calura: quella di Ezio Gualeni, 47 anni, senza tetto, deceduto sotto i portici dell’Inps di Brescia, quella di un lavoratore della Tav, trovato morto nel suo alloggio nella serata di mercoledì e quella di un autotrasportatore, deceduto nel suo camion poche ore dopo, all’interno del parcheggio Brescia Est lungo l’autostrada. Nel cantiere Tav di Lonato Campagna è stato trovato morto Gabriele Lucido, 65 anni. L’uomo è rimasto vittima di un arresto cardiaco, con ogni probabilità legato al caldo estremo della giornata.