CHRISTIAN SORMANI
Cronaca

I tifosi del Legnano Calcio: "Noi non ci arrendiamo. Fatevi avanti per il rilancio"

I Boys 1980, storico gruppo della curva lilla, puntano il dito contro la gestione societaria. Intanto il presidente Benedetto fa i nomi tra i quali scegliere il prossimo allenatore

Tifosi lilla

Tifosi lilla

Legnano (Milano) – Il presidente del Legnano calcio, Enea Benedetto, rilancia sulla prossima stagione: "Facciamo pure i nomi del prossimo allenatore, così magari iniziamo a parlare di sport anziché di finanza. Zaza, Molluso, Lanzafame, poi Garzonio, ex Juniores Legnano, poi Guaraldo, Primavera 2 Alessandria". Questi i nomi sul piatto per guidare i lilla in Eccellenza, sempre se il Legnano Calcio si iscriverà.

Intanto sulla pagina social tornano a farsi sentire i Boys Legnano 1980, lo storico gruppo della curva lilla: "Visto il silenzio che proviene ormai da mesi non solo da Palazzo Malinverni ma da qualsiasi angolo della città, e il vociferare di fantomatiche cordate, vogliamo rompere noi questa aura di rassegnazione alla fine del calcio a tinte lilla. Siamo rimasti tra i pochi cui interessano le sorti delle maglie lilla grazie a scellerate gestioni societarie che hanno annullato l’appeal, grazie a una società che non ha più interessi verso la storia della propria città e dal cambio generazionale che porta a Legnano sempre meno legnanesi. Saremo folli, ma non ci arrendiamo a questo modo di pensare – fanno sapere i tifosi lilla – Noi difendiamo la nostra tradizione calcistica e non vogliamo che venga interrotto, come nel 2010, il piacere di vedere quel mitico colore scendere in campo, in qualsiasi categoria, con immutato orgoglio".

Da qui l’appello accorato a tutti coloro che hanno davvero a cuore il futuro della squadra: "Noi Boys Lilla 1980 siamo qui a chiedere che, se ci sono persone realmente disposte a far ripartire anche da zero il nostro Legnano, escano allo scoperto e ci mettano la faccia. Se vorrete incontrarci per esporci il vostro progetto, siamo ben disposti a capire le vostre reali intenzioni, sperando sia una programmazione seria, che abbia il Mari come unica alternativa dove giocare da agosto a maggio, che coinvolga la città per ridare lustro al Legnano Calcio e riempire lo stadio, che dia grande importanza al settore giovanile tornando a essere il vivaio che tutto il Nord Italia ci invidiava, che voglia far tornare il Legnano dove merita di stare".