CHRISTIAN SORMANI
Cronaca

Mattia Dattis morto, Parabiago piange il bravo ragazzo tradito dalla passione per le moto

Il ventenne era animatore all’oratorio di Santo Stefano e membro della compagnia teatrale dei Pischifralli. E’ deceduto in un tragico incidente con un’auto a Nerviano

Il luogo dell'incidente con la moto a terra e, nel riquadro, Mattia Dattis

Il luogo dell'incidente con la moto a terra e, nel riquadro, Mattia Dattis

Parabiago (Milano), 23 giugno 2024 - Giornate trascorse in oratorio, tra sorrisi e impegni. La passione per il teatro. Poi, un amore sconfinato per le moto. Questo era Mattia Dattis, 20 anni, di Parabiago, tragicamente scomparso sabato sera in un incidente stradale a Nerviano, nel Milanese.

L'incidente è avvenuto poco dopo le 19.15 all'incrocio tra viale Kennedy e via Ticino. Per ragioni ancora da chiarire, la moto del giovane ha colpito la fiancata destra di una Bmw, terminando la sua corsa su un marciapiede, a pochi metri dal muro di un condominio. Nonostante l'intervento tempestivo dei soccorritori, giunti con due ambulanze e un'auto medica, non c'è stato nulla da fare: portato all'ospedale di Legnano, Mattia è deceduto poco dopo. Anche la donna di 51 anni alla guida dell'auto è stata ricoverata nello stesso pronto soccorso.

Mattia era un animatore dell'oratorio di Santo Stefano e membro della compagnia teatrale dei ‘Pischifralli’. Diplomato lo scorso anno al liceo Cavalleri di Parabiago, si era iscritto alla facoltà di ingegneria al Politecnico di Milano. I gruppi Facebook del paese sono pieni di saluti commossi e increduli per Mattia. "Un dolore immenso, un vuoto che nessuno avrebbe mai voluto. Un ragazzo pieno di energia, sempre disponibile, presente in ogni iniziativa dell'oratorio. Ti accolga il Signore e dia sostegno ai tuoi genitori e familiari", scrive un uomo. "Non sarà facile entrare in oratorio e non sentire più il tuo allegro 'Ciao'. Eri un ragazzo al quale non si poteva non voler bene, il tuo grande sorriso era per tutti", aggiunge un altro. "Era amato da tutti. Un ragazzo d’oro, ben voluto e sempre disponibile”, raccontano coloro che lo conoscevano.

I rilievi del caso sono stati effettuati dagli agenti della polizia locale, che ora indagano sulle cause dell'incidente che ha portato alla morte del giovane.