Truccazzano, incendio alla Arcadia: ancora nessuna ipotesi di reato

Indagini in corso, la prima ipotesi della fiammata sul tetto dove erano in corso lavori di manutenzione resta la pista più concreta

Truccazzano (Milano) – Indagini ancora in corso, nessuna ipotesi di reato agli atti, i risultati dei rilievi ultimi sull'area ancora, comunque, da acquisire.

Sono stati i carabinieri di Pioltello e Melzo a coordinare, a incendio in pieno corso, le indagini sulla possibile origine del rogo che ha devastato l’Arrcadia, azienda di materiale plastico di via Guido Rossa. L'ipotesi resta quella della prima ora, avvalorata dalle testimonianze degli addetti, una ventina, che si trovavano nel complesso al momento del disastro.  La fiammata fatale si sarebbe sprigionata sul tetto, nel corso di alcuni lavori di ripristino che operai di una ditta esterna stavano compiendo con la fiamma ossidrica; la caduta di una guaina infiammata su materiale plastico avrebbe scatenato il rogo.

Sui lavori, le procedure e infrastrutture di sicurezza gli accertamenti sono in carico ad Ats e agli organi competenti. Gli operai al lavoro sul tetto sarebbero tutti regolari, e regolare l'appalto esterno alla ditta, incaricata della manutenzione sul capannone.