Incendio Truccazzano, vigili del fuoco ancora al lavoro. Allarme per l’aria, si teme contaminazione alimentare

Milano, le raccomandazioni per i cittadini: non uscire di casa, tenere porte e finestre chiuse e non consumare prodotti dell’orto

Mentre i vigili del fuoco continuano a lavorare allo spegnimento delle fiamme alla Logistica Arcadia di Via Guido Rossa non sembrano esservi particolari dubbi sull'origine delle rogo che ha precipitato in stato di emergenza il comune di Truccazzano e i centri limitrofi, in particolare dell'area del Melzese. Anche oggi i tecnici di Arpa Lombardia  proseguono i rilievi con strumentazione portatile per tenere monitorata la componente aria. “I tecnici dell'Agenzia – fanno sapere in una nota – sono inoltre impegnati per la gestione delle acque di spegnimento dell'incendio. Al momento il caposquadra dei Vigili del Fuoco riferisce che l'incendio è ancora in corso e non è possibile prevederne la fine”.

Le indagini

Le indagini dei carabinieri e le testimonianze di chi era presente confermerebbero che a scatenare l'incendio nel magazzino sia stata una guaina infiammata, precipitata dal tetto dove erano in corso alcune operazioni di saldatura con la fiamma ossidrica. La guaina sarebbe caduta su uno degli imballi di plastica stoccati nei locali. I lavori di riparazione in corso erano a cura di una ditta esterna di manutenzione. Sulla dinamica dei fatti naturalmente indagini approfondite sono già a cura degli organismi competenti. Ulteriori elementi potranno essere disponibili dopo i rilievi dei vigili del fuoco.

Quasi circoscritto l'incendio in un'azienda nel Milanese
Quasi circoscritto l'incendio in un'azienda nel Milanese

Analisi su qualità dell’aria e contaminazioni alimentari

Questa mattina intanto funzionari di Ats hanno visitato le aziende agricole d'area maggiormente vicine alla zona di ricaduta di fumo e polveri prodotte dall'incendio. Una nota di Coldiretti invita a considerare con attenzione e serietà le eventuali conseguenze del maxi incendio ma, in attesa dell’esito dei rilievi, ad evitare allarmismi. Da ieri Arpa ha iniziato il monitoraggio della qualità dell’aria nella zona effettuando una serie di campionamenti, ma ci vorranno 72 ore per avere dati relativi alla presenza di eventuali micro inquinanti. Oggi sono state eseguite le analisi Ats sulle aziende agricole e gli allevamenti della zona, per verificare eventuali contaminazioni alimentari. 

Le raccomandazioni  alla popolazione

I sindaci di Truccazzano, Melzo e Liscate, i comuni dell’area circostante l'azienda, dopo la convicazione urgente di ieri sera in prefettura,  hanno emanato un comunicato con le precauzioni che i residenti dell’area devono adottare almeno per le prossime 72 ore. Ecco le raccomandazioni a tutela della salute:

  • diminuire il più possibile l’esposizione all’aperto
  • tenere porte e finestre chiuse
  • evitare di raccogliere e consumare i prodotti da orti
  • non far giocare i bambini all’aperto

Scuole aperte ma ricreazione al chiuso

Quella odierna è la seconda giornata di fuoco per il sindaco di Truccazzano Franco de Gregorio, impegnato, oltre che a monitorare costantemente la situazione sul luogo dell'incendio, anche a informare e, dove necessario, tranquillizzare la cittadinanza. “Le scuole rimangono regolarmente aperte, non c'è ragione di assumere altri provvedimenti – ha detto stamani il primo cittadino –. Ma sono da evitare attività didattiche o ricreazione all'aperto per le prossime 72 ore". Siamo costantemente disponibili sui nostri canali di comunicazione, e da ieri rispondo personalmente ai quesiti che mi pongono i cittadini. Le prescrizioni sono quelle che sono state concordate con la prefettura. Non c'è ragione di allarmarsi oltre e rimaniamo in attesa dei risultati dei rilievi dell'Arpa, che non saranno disponibili prima di un paio di giorni".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro