Como, all’esame della patente con gli auricolari bluetooth: è il quarto caso in due settimane

Si tratta di un uomo egiziano di 20 anni, residente a Milano, che nascondeva sotto la felpa il sistema di radio-collegamento bluetooth

L'apparecchiatura sequestrata dalla Polizia

L'apparecchiatura sequestrata dalla Polizia

Como, 15 marzo 2024 – Non solo a Piacenza, ma anche a Como un uomo è stato scoperto intento a copiare il quiz della patente per conseguire l’abilitazione dell’esame teorico e passare così alla pratica.

È stato denunciato a piede libero dalla polizia per la violazione dell’articolo 1 della Legge 19 aprile 1925, che si applica a chi cerca di compiere raggiri durante l’esame di conseguimento della patente. L’ultimo caso è stato quello di un egiziano di 20 anni residente a Milano, che ieri mattina stava sostenendo l’esame teorico per il conseguimento della patente di guida alla Motorizzazione Civile di Como.

Al termine del test, è stato perquisito dagli agenti e gli è stato trovato, nascosto sulla sua felpa nera con cappuccio, un sistema di radio-collegamento bluetooth che gli consentiva di ricevere suggerimenti dall’esterno.

Da tempo gli esaminandi residenti fuori provincia, che vengono a sostenere l’esame a Como, vengono attentamente monitorati dalla polizia della Questura lariana, dalla presentazione dell’istanza e durante la seduta d’esame. Questo perché i casi di gente che tenta di raggirare i controlli sono in impennata: quattro solo nelle ultime due settimane. Non appena si notano atteggiamenti sospetti, procedono al controllo.