ROSELLA FORMENTI
Cronaca

Festa dei nonni, appello della Polizia locale per proteggere gli anziani dalle truffe

Induno Olona, “Alle nonne ed ai nonni diciamo: il cancello e il portone non si aprono agli sconosciuti. tanto meno la porta di casa”

Gli anziani sempre più nel mirino dei truffatori

Gli anziani sempre più nel mirino dei truffatori

Induno Olona (Varese), 2 ottobre 2023 –  Oggi è la festa dei nonni, proprio a loro, agli anziani è rivolto un appello diffuso dalla Polizia locale di Induno Olona dopo l’ennesima truffa messa a segno l’altro giorno da un finto vigile a danno di una coppia di anziani, il copione quello “consolidato” dell’acqua di casa inquinata. E ancora una volta è funzionato: il truffatore si è dileguato con il bottino, l’oro della coppia, ricordi di una vita.

La Polizia locale ha diffuso un comunicato rilanciato dal sindaco di Induno Olona Marco Cavallin sulla sua pagina fb, invitando i suoi concittadini a leggerlo e a trasmettere il messaggio alle persone anziane che non hanno accesso ai social.

Scrive la Polizia locale”Segnaliamo nuovamente il pericolo rappresentato da questo reato odioso, che colpisce i nostri nonni, che sono il punto di riferimento delle nostre famiglie e della nostra società. Alle nonne ed ai nonni diciamo: il cancello e il portone non si aprono agli sconosciuti. tanto meno la porta di casa. Un funzionario del Comune o delle Poste, un incaricato dell'INPS o dell'INAIL, un tecnico del gas o della luce non si presenta a casa vostra senza preavviso, e non compete a lui la riscossione di bollette e il controllo dei pagamenti. Se quanto vi dicono al citofono non vi convince avete tutti i diritti di contattare l'azienda da cui dicono di dipendere. In ogni caso, se non siete sicuri dell'identità di chi vi chiede di entrare, non aprite e avvisate subito i vostri cari (figli, nipoti, vicini)”.

Approfondisci:

Besozzo e Gavirate, il vigile urbano è falso ma la truffa è vera

Besozzo e Gavirate, il vigile urbano è falso ma la truffa è vera

Continua : “Ai figli,nipoti, amici di persone anziane diciamo: in questi casi, l'aiuto più efficace che potete dare ai vostri cari consiste nel ricordare loro, anche con una certa frequenza, che esiste questo pericolo e che possono utilizzare quelle poche precauzioni che abbiamo indicato. Inoltre, chiamare il numero d'emergenza 112 quando si nutrono sospetti su chi insiste per entrare in casa, anche se in modo gentile, non costituisce affatto un disturbo per chi vi risponde, perché si tratta di persone preparate e sensibili che sono lì per aiutarvi”. Difendiamo i nonni da questi individui!