Zeme, ladri nella chiesa parrocchiale: rubato un tappeto dalla cappella dell'Addolorata

Il furto è stato messo a segno nell'arco dell'orario di apertura dalle 8 alle 19 ma nessuno li ha notati nè all’interno nè all’esterno

La facciata della chiesa di Sant'Alessandro Martire a Zeme

La facciata della chiesa di Sant'Alessandro Martire a Zeme

Zeme (Pavia), 26 febbraio 2024 - Un tappeto di colore rosso, delle dimensioni di tre metri per tre è l'anomalo bottino del furto messo a segno ai danni della chiesa parrocchiale di Sant'Alessandro martire a Zeme, in via Amendola. I ladri sono entrati in azione nella giornata di sabato, 24 febbraio, nell'arco dell'orario di apertura, dalle 8 alle 19, ma il furto è stato scoperto solo alla chiusura e denunciato il giorno successivo alla locale Stazione dei carabinieri, che hanno quindi avviato indagini sull'accaduto.

Sembra non essere stato rubato altro né dalla sacrestia né dalle cassette delle offerte: sarebbe stato portato via solo il tappeto, che era collocato nella cappella dedicata all'Addolorata, il cui valore non è stato al momento quantificato.

Forse i ladri lo avevano notato in un precedente sopralluogo in cerca di qualcosa di relativamente facile da rubare, specie nelle chiese che restano aperte per i fedeli tutto il giorno, in alcuni momenti senza essere presidiate da sacerdoti o sacrestani.

E i malviventi hanno agito riuscendo a non farsi notare da nessuno, né all'interno né all'esterno della chiesa, nonostante la refurtiva anche abbastanza ingombrante da trasportare e da caricare su un'auto o su un furgone in strada.