Milano, dopo la protesta degli studenti l’assessora regionale cambia idea: “Disponibile a incontrarvi”

Simona Tironi avrebbe dovuto vedere oggi l’UdS ma ha cancellato l’impegno all’ultimo. Con un flashmob sotto la Regione i ragazzi hanno contestato la scelta e sono stati ricevuti per fissare una nuova data

Milano, 20 marzo 2024 – Prima la protesta, poi la disponibilità a fissare una nuova data: inizialmente l’Unione degli studenti Lombardia aveva programmato con l’assessora regionale all’istruzione Simona Tironi un incontro dove i ragazzi avrebbero presentato le loro richieste. Ma quest’incontro non è avvenuto perché dalla Regione era stata chiesta la disdetta poco prima del colloquio in programma, senza che se ne desse alcuna motivazione.

Nel pomeriggio di mercoledì, gli studenti si sono recati sotto il Palazzo della Regione per manifestare il loro disappunto all’incontro mancato: un flashmob, fumogeni, striscioni e la gigantografia di una pagina d’agenda di Tironi per richiedere un incontro pubblico. Che di fatto è stato concesso a margine della protesta.

La nota degli studenti

L'unione degli studenti ha infatti dichiarato con un comunicato: “Oggi, a margine del flash mob che abbiamo condotto, siamo stati ricevuti dall’Assessorato all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia che ci ha garantito la disponibilità a fissare una nuova data per l’incontro che avevamo precedentemente concordato, da svolgersi con le seguenti modalità”, si legge nel comunicato.

"Un incontro dove sarà presente una delegazione di studenti da ogni provincia lombarda che avrà la possibilità di fare un intervento e di ricevere una risposta in merito da parte dell’Assessore all’Istruzione, dall’Ufficio Scolastico Regionale e dagli altri invitati istituzionali presenti”.

“Come Unione degli Studenti – conclude la nota – riconosciamo l’impegno e la disponibilità da parte della Regione nel concederci questo incontro e attendiamo volenterosi di poterlo svolgere in modo tale da presentare in maniera chiara le problematiche e le richieste degli studenti lombardi”.

Cosa richiedono gli studenti?

Le richieste degli studenti alla Regione sono molto precise e concrete: “Vogliamo uno stanziamento di fondi bastevole ad assicurare la totale accessibilità di materiali scolastici e trasporto pubblico, l'istituzione di un reddito di formazione per tutti gli studenti lombardi, sportelli psicologici e educazione sessuale garantiti in tutte le scuole, e una legge sulla rappresentanza studentesca negli IeFP della regione”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro