Statale, uno studentato da 200 posti letto in via Muzio Attendolo Sforza

L’edificio, con pannelli fotovoltaici in copertura e parco intorno, avrà anche aule studio, emeroteche, sale di musica, caffetteria e uffici

Rendering del nuovo studentato della Statale

Rendering del nuovo studentato della Statale

Milano – Progetto CMR firma per l’Università degli Studi di Milano la progettazione e la direzione lavori di un nuovo studentato in via Muzio Attendolo Sforza 8 a Milano (zona Vigentino), il cui cantiere è stato recentemente avviato.

Il progetto prevede la riqualificazione dell’edificio già esistente per la realizzazione di uno studentato di alta qualità architettonica e costruttiva che, oltre a più di 200 posti letto in camere doppie e singole, possa ospitare al suo interno funzioni e servizi diversificati. L’intervento, che insiste su una superficie lorda di circa 8.500 mq, svilupperà un edificio unico articolato in due volumi.

La collocazione delle camere è prevista dal primo al quinto piano, con cucine presenti a tutti i piani per promuovere la convivialità tra gli studenti, mentre il piano terra è stato pensato per ospitare aule studio, emeroteche, sale di musica, caffetteria e uffici. Grazie all’abbattimento di pareti interne, sostituite con vetrate, e all'inserimento di facciate continue lungo gran parte del perimetro dell'edificio, gli spazi del piano terra saranno ampi e ben illuminati, valorizzando la permeabilità del complesso, che si aprirà così agli studenti e alla comunità che vive e lavora nel quartiere.

Il concept include la necessaria attenzione all’ecosostenibilità – sempre al centro delle opere di Progetto CMR – e contiene l’utilizzo del verde, che mette in dialogo il nuovo complesso con il parco presente sui lati Nord-Est e Nord-Ovest del lotto, e l’istallazione di pannelli fotovoltaici in copertura, in un numero maggiore rispetto ai criteri minimi di legge, contribuendo al risparmio energetico e al conseguente miglioramento di classe energetica.

“Se pensiamo alla costante domanda di studentati che in Italia fatica a trovare una adeguata offerta, l’intervento dell’Università degli Studi di Milano Statale rappresenta un segno concreto della volontà di cambiare rotta e di progettare mettendo al centro la persona e le sue necessità. Progetto CMR mette a disposizione l’esperienza maturata nell’ambito dello student housing grazie a oltre 6.600 posti letti progettati solo negli ultimi anni, un dato che cuba circa il 10% del target dei 60.000 nuovi posti letto, richiesti nel bando varato nei primi mesi del 2024 dal Ministero dell’Università e della Ricerca, in linea con gli obiettivi del PNRR” dichiara Massimo Roj, Founding Partner e CEO di Progetto CMR.

“L’Università Statale di Milano ha beneficiato di un cofinanziamento ministeriale di oltre 13 milioni di euro del V bando della legge sugli alloggi universitari - la 338/2000 - per gli interventi di ristrutturazione della residenza di via Attendolo Sforza 8. Il progetto prevede l’ottimizzazione della collocazione dei servizi riservati agli studenti non residenti, nonché l’inserimento di servizi culturali, didattici e ricreativi. L’intervento, che si concluderà a inizio 2026, porterà alla realizzazione di 208 nuovi posti letto, che andranno ad aggiungersi ai 1.193 già disponibili e ai 1.100 che verranno realizzati a MIND. Il totale dei posti letto che la Statale di Milano metterà a disposizione degli studenti sarà quindi di 2.500 entro l’anno accademico 2025-2026”, conclude Marina Brambilla, prorettrice ai Servizi per la Didattica e agli Studenti dell’Università Statale di Milano.