Pero, dopo l’accoltellamento è stato individuato l’aggressore: è un 20enne

Il fatto è accaduto in via Cristina Maria, nei pressi del Falcon Residence dove giovedì scorsi i carabinieri erano intervenuti con un blitz

I controlli dei carabinieri al Falcon Residence

I controlli dei carabinieri al Falcon Residence

Pero (Milano), 11 marzo 2024 – È stato individuato e denunciato in stato di libertà per lesioni personali aggravate lo straniero che domenica pomeriggio ha accoltellato un egiziano 25enne a Pero. Si tratta di un connazionale di 20 anni, pregiudicato. È stato identificato nella tarda serata dai Carabinieri della Tenenza, a conclusione di un'immediata attività d'indagine.

Le ricostruzione dell’aggressione

Secondo quanto ricostruito dagli inquirente il 20enne, alle ore 18.30 circa, in via Cristina Maria, per motivi in corso di accertamento ha avuto una lite con il 25enne connazionale e durante la discussione l’ha ferito al fianco sinistro, presumibilmente con arma da taglio. La vittima in difficoltà e dolorante al fianco, é stata soccorsa da una pattuglia impegnata in un servizio di controllo del territorio.

Le dichiarazioni della vittima

I carabinieri hanno chiamato la centrale operativa del 118 e la vittima è stata trasportata da un’ambulanza in codice rosso, ma non in pericolo di vita, al pronto soccorso dell'ospedale Niguarda di Milano.

Qui i medici gli hanno diagnosticato una ferita lacero contusa al fianco sinistro e si sono accertati che la coltellata non avesse colpito i punti vitali: l’uomo è stato dimesso con prognosi di sette giorni.

La vittima durante i soccorsi era stata poco collaborativa con i carabinieri, aveva raccontato di conoscere l'aggressore, ma non aveva voluto fornire il nome. La rapida individuazione dell'aggressore è stata comunque possibile grazie agli indizi raccontati dal 25enne e alle attività investigative da parte dei carabinieri della Tenenza.

Il Falcon Residence

La via Maria Cristina si trova ad un centinaio di metri dalla zona del Falcon Residence, il palazzone degradato e in parte occupato abusivamente da stranieri. Qui lo scorso giovedì durante un blitz i carabinieri hanno perquisito otto appartamenti, identificato 57 persone e sequestrato a carico di ignoti 14 grammi di hashish. Resta da chiarire il movente dell'accoltellamento, potrebbe trattarsi di motivi legati allo spaccio di droga.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro