Accoltellato, cammina ferito e pieno di sangue in strada a Pero: caccia all’aggressore

I carabinieri hanno trovato l’egiziano di 26 anni con una ferita al fianco. L’agguato vicino Falcon Residence, il palazzone occupato da stranieri

Accoltellato in strada. Sulle tracce dell’aggressore

Accoltellato in strada. Sulle tracce dell’aggressore

Camminava con un’andatura instabile. Dolorante e sanguinante, si teneva il fianco. È stato notato da una pattuglia dei carabinieri in via Maria Cristina. Ai militari che si sono avvicinati ha raccontato di essere stato accoltellato da uno straniero, un suo conoscente, ma non ha voluto dire il nome e neppure dove sia successo. Un egiziano di 26 anni è stato accoltellato ieri pomeriggio a Pero. È successo alle 18.30. I militari della locale Tenenza impegnati in un servizio di controllo del territorio hanno visto il nord africano nella via del centro cittadino, poco distante dalla caserma e dal municipio. Il giovane aveva una ferita all’addome e perdeva molto sangue. I carabinieri hanno chiamato la centrale operativa del 118 che ha inviato sul posto un’automedica e un’ambulanza. Dopo le prime cure, l’egiziano è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Niguarda di Milano, ma non è in pericolo di vita. I militari, prima che venisse portato in ospedale, hanno raccolto la sua testimonianza.

L’uomo avrebbe raccontato di una lite, probabilmente con un suo connazionale, ma non ha fornito altri dettagli. I militari hanno avviato le indagini per rintracciare l’aggressore controllando la zona a caccia di telecamere che potrebbero aver ripreso la scena o qualche dettaglio utile. Pare che alcuni residenti abbiano riferito ai carabinieri di aver sentito alcuni stranieri discutere animatamente nella zona di piazzale Unità d’Italia, proprio dove si trova il Falcon Residence, il palazzone degradato e in parte occupato abusivamente da stranieri. Proprio qui, lo scorso giovedì durante un blitz, i carabinieri hanno perquisito otto appartamenti, identificato 57 persone e sequestrato a carico di ignoti 14 grammi di hashish. Non è escluso che l’accoltellamento sia avvenuto all’interno dello stabile, una lite degenerata in modo violento, e che dopo l’egiziano si sia allontanato per chiedere aiuto. Il 26enne verrà ascoltato nuovamente nelle prossime ore.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro