Milano Marathon 2024, vince Titus Kimutai Kipkosgei: il kenyano termina in 2h07'12"

Sul podio anche Raymond Kipchumba Choge e Andrew Rotich Kwemoi. Tra le donne vince Tigist Memuye Gebeyahu, seguita da Sophy Jepchirchir e Fanty Shugi Gelasa

Titus Kimutai Kipkosgei è il re della 22esima edizione della Milano Marathon

Titus Kimutai Kipkosgei è il re della 22esima edizione della Milano Marathon

Milano – È terminata con la vittoria, per distacco, di Titus Kimutai Kipkosgei la 22esima Wizz Air Milano Marathon. In 2h07'12" l'atleta kenyano è il nuovo re della 42,195 km meneghina. Alle sue spalle si è piazzato il connazionale Raymond Kipchumba Choge (2h07'36"). Terzo Andrew Rotich Kwemoi, Uganda, in 2h07'52".

Tra le donne, successo dell'etiope Tigist Memuye Gebeyahu, che ha chiuso la distanza in 2h26'32". Il podio è stato completato da Sophy Jepchirchir, Kenya, con il tempo di 2h27'12" e da Fanty Shugi Gelasa, Etiopia (2h30'52").

La maratona

La maratona che ha colorato le strade del centro di Milano è partita alle 8.30 in piazza Duomo. Sempre con partenza e arrivo in piazza Duomo si è svolta anche la staffetta solidale Relay Marathon, con start alle 9.15.

Completamente rinnovato nell’edizione 2024, il tracciato di gara ad anello lungo i 42,195 km (da percorrere in massimo 6 ore e mezza), con partenza e arrivo da Piazza del Duomo, offre un percorso in grado di conciliare le esigenze dei top runner e degli amatori evoluti, con la possibilità di ammirare la città. Milano è considerata la maratona più veloce d’Italia e tra le più veloci del panorama internazionale (la più veloce del mondo nell’anno 2021) e sono tanti i partecipanti che realizzano il proprio risultato migliore proprio a Milano. La partecipazione alla Milano Marathon è consentita agli atleti dai 20 anni in su: bisogna avere un certificato medico, tessera FIDAL o Runcard e iscriversi entro le ore 24 del 4 aprile.

La staffetta solidale

La UniCredit Relay Marathon è il format di corsa che permette di dividere il percorso ufficiale di gara in quattro frazioni, di lunghezza compresa tra i 6,5 e i 13 km ciascuna per raggiungere il totale dei 42,195 km. Lo scopo, infatti, è principalmente benefico: il Charity Program di Milano Marathon è un programma di raccolta fondi solidale che quest’anno vede coinvolte oltre 100 organizzazioni non profit e migliaia di runner che corrono per loro. Dal 2012, anno della sua prima edizione, sono stati raccolti quasi 3,5 milioni di euro grazie all’attivazione di runner e aziende su Rete del Dono, la piattaforma di crowdfunding e personal fundraising partner dell’evento. Per partecipare ogni squadra deve aprire aprire una pagina di personal fundraising su Rete del Dono, e poi invitare parenti e amici a sostenere la causa prescelta tra quelle proposte dalle non profit aderenti al Charity Program, attivandosi nella raccolta fondi.

Al termine dell’evento i Milano Marathon Charity Awards premieranno, il 9 maggio durante un evento di gala, i più virtuosi nella raccolta fondi, i Top Fundraiser per le categorie maratoneti, staffette e aziende.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro