Maltempo a Milano e in Lombardia: allerta gialla. Seveso e Lambro sorvegliati speciali

Precipitazioni su tutta la regione, “spinte” nella serata da raffiche di vento. L’assessore milanese Marco Granelli: “Evacuate le comunità nel parco”. Le previsioni per le prossime ore

Milano, 23 febbraio 2024 – Ha piovuto per tutta la notte su Milano e gran parte della regione. Con intensità via via crescente a partire dalla prima serata di ieri, giovedì 22 febbraio, in un quadro ulteriormente complicato da raffiche di vento che hanno “spinto” l’acqua in scrosci di taglio. E anche questa mattina, venerdì 23 febbraio, chi si è alzato ed è uscito di casa prima delle 7 è stato accolto da pioggia e temperature in calo.

Acque ingrossate sul Lambro (Salmoirago)
Acque ingrossate sul Lambro (Salmoirago)

La situazione

A Milano sono segnalati allagamenti in diverse strade, in particolare nella zona nord-est (Niguarda e piazza Piola, fra le altre), anche se la situazione al momento pare sotto controllo. Ieri il Centro monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia ha diramato un avvisto di allerta gialla per rischio idrogeologico ordinario. 

I tecnici del Centro operativo comunale della Protezione civile sono impegnati nel monitoraggio del livello delle acque di Seveso e Lambro: il servizio online Sol, progetto del gruppo di ricercatori della sezione Scienze e Ingegneria dell'Acqua Politecnico di Milano, che dà una fotografia aggiornata in tempo reale della situazione fiumi in città e nel resto della Lombardia, monitorando 24 ore su 24 la situazione in alcune stazioni di controllo, non evidenzia comunque alcuna criticità, per il momento.

L’aggiornamento

In mattinata l’assessore comunale Marco Granelli ha fatto il punto sull’ondata di maltempo, con un post sulla sua pagina Facebook. “Le piogge (erano le 6.50 quando l’esponente della giunta Sala ha pubblicato il suo contributo, ndr) continuano costanti sia sulla città che a nord – si legge in rete – Il Lambro al Parco è a 2.20 quindi abbastanza prossimo ai livelli di esondazione che avvengono intorno ai 3 metri, ma essendo costante si spera che tutto vada per il meglio”.

Stanotte, fa sapere Granelli, sono state “evacuate le comunità” presenti all’interno del Parco Lambro, “per evitare il rischio come da Piano di Protezione civile”. Per il Seveso siamo a circa 1,50 metri sia sopra a Cesano Maderno che a Niguarda. La vasca di Milano contro le esondazioni del Seveso è pronta per essere utilizzata, e quindi per ora l'acqua defluisce ancora nel Seveso, ma se dovesse salire verso i 2 metri circa, la vasca, come da procedura, si attiverebbe”.

Il post si chiude con un sollecito ad Aipo e Regione Lombardia perché facciano entrare in funzione “le vasche di loro competenza”. 

Allerta gialla

Prosegue dunque l'allerta gialla per rischio idrogeologico ordinario, diramata dal Centro monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia e causata da una perturbazione che sta interessando anche Milano. Il Centro operativo comunale della Protezione civile sarà attivo per il monitoraggio dei livelli idrometrici dei fiumi Seveso e Lambro e per coordinare gli eventuali interventi in città.

Le previsioni

Anche il quadro meteo per le prossime ore pare rassicurante: secondo 3bmeteo la pioggia dovrebbe cessare di cadere a metà mattina, lasciando spazio a un panorama di instabilità con velature via via in diminuzione fino alla serata. Residue piogge – a leggere il bollettino del Centro geofisico prealpino del Campo dei Fiori - dovrebbero persistere nelle zone prealpine, sui monti e nel nord-est, lago di Garda in particolare, con limite delle precipitazioni nevose in rialzo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro