Taxi a Milano, 703 candidati ammessi all’esame per le 450 nuove licenze: solo 9 esclusi

La prova d’esame scritta si terrà dopo l’estate e riguarderà codice della strada, norme sulle auto pubbliche e lingua inglese. Ecco come saranno assegnate le licenze

L'area taxi vicino alla Stazione Centrale di Milano (Ansa/Andrea Fasani)

L'area taxi vicino alla Stazione Centrale di Milano (Ansa/Andrea Fasani)

Sono 703 i candidati ammessi alla prova d’esame funzionale ad ottenere una delle 450 nuove licenze taxi previste dal Comune di Milano. Soltanto 9 candidati sono stati esclusi e di questi, rende noto l’amministrazione, 5 sono già titolari di licenza taxi, 4 sono con iscrizione a ruolo fuori dalle province del bacino aeroportuale milanese.

La prova scritta si terrà dopo l’estate e riguarderà il codice della strada e la normativa in materia di auto pubbliche, oltre la conoscenza della lingua inglese e delle principali località d’interesse turistico all'interno del bacino.

Approfondisci:

Taxi a Milano, aumento delle tariffe da luglio 2024: ecco quanto costeranno le corse

Taxi a Milano, aumento delle tariffe da luglio 2024: ecco quanto costeranno le corse

Delle 450 nuove licenze, 300 prevedono il contributo di 96.500 euro, 50 licenze saranno riservate a veicoli per il trasporto disabili (il contributo sarà di 77.200 euro), 50 a svolgere servizio negli orari serali, notturni e weekend per 5 anni (il contributo sarà di 67.550 euro) e 50 licenze saranno riservate a chi rispetterà entrambi i criteri (con un contributo per licenza di 57.900 euro). L’intero ricavato delle licenze sarà redistribuito ai tassisti già operanti.