ANNA GIORGI E LUCA TAVECCHIO
Cronaca

Incidente in Forlanini, il ragazzo che ha provocato il primo schianto accusato di omicidio stradale: era ubriaco e senza patente

Milano, la Procura al lavoro per ricostruire la dinamica della carambola mortale dopo la festa di Halloween: sequestrati i tre veicoli coinvolti e acquisite le immagini delle telecamere della zona

I rilievi della polizia locale in viale Forlanini dopo l'incidente che ha provocato due morti

I rilievi della polizia locale in viale Forlanini dopo l'incidente che ha provocato due morti

Milano – Ipotesi di omicidio stradale per il ragazzo di 25 anni conducente della Wolksvagen Golf, che avrebbe causato il primo tamponamento all’alba di ieri, mercoledì 1 novembre, in viale Forlanini. Incidente a cui ne è seguito un secondo nel quale hanno perso la vita Luigi Giallonardi e Bennardo Pagano. La Procura di Milano nelle prossime ore lo iscriverà nel registro degli indagati. Dagli accertamenti è risultato che il giovani non ha mai conseguito la patente di guida. È inoltre risultato positivo all’alcoltest

Telecamere

Il pm di turno Luca Gaglio, coordinato dal procuratore Marcello Viola, ha disposto il sequestro delle tre auto coinvolte e la Polizia locale ha acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza che puntavano sul tratto di strada.

Il doppio schianto

Dalla visione gli inquirenti puntano a ricostruire con esattezza la dinamica. Al momento risulta che la Golf abbia tamponato la Opel Mokka, su cui viaggiavano due adulti e la loro figlia di 8 anni. La seconda auto è rimasta ferma sulla carreggiata di sorpasso mentre gli occupanti si sono messi in sicurezza a bordo strada. Pochi minuti dopo sarebbe stata la Peugeot guidata da Giallonardi a impattare violentemente la Opel. D.Z.