MONICA AUTUNNO
Cronaca

A Gorgonzola apre il paradiso degli skaters: un parco per corsi e acrobazie

1.213 metri quadrati con scalini, corrimano, muretti, piani inclinati e corner mozzafiato

La sindaca Ilaria Scaccabarozzi taglia il nastro dello skatepark con gli assessori Nadia Ornago Nicola Basile e Gianluca Villa

La sindaca Ilaria Scaccabarozzi taglia il nastro dello skatepark con gli assessori Nadia Ornago Nicola Basile e Gianluca Villa

Gorgonzola (Milano) – Un impegnativo iter, un’ultima iniezione al salvadanaio un anno fa, poi l’accelerata e ci siamo: fine settimana di vernissage per il nuovo skatepark di via Emilia Romagna, sarà paradiso per i virtuosi delle acrobazie su rotelle "ma soprattutto luogo di ritrovo per tutti e nuovo polmone per la socialità cittadina". Il regolamento per l’accesso allo spazio, che per scelta, e per il momento, non ha recinzione, dagli orari alle misure di salvaguardia e sicurezza, era stato approvato poche sere fa in consiglio comunale. Non senza le critiche dell’opposizione, contraria all’investimento sin dalla prima ora e oggi ancora quanto mai scettica, "una struttura che non sarà controllabile".

Il progetto, fiore all’occhiello della programmazione comunale ormai da due anni, è stato difeso con i denti dalla sindaca e dalla giunta, "siamo felicissimi di ospitare uno spazio che non ha eguali in zona". Lo skatepark occupa un’area di 1.213 metri quadrati ed è costato 350mila euro. Ai 220mila inizialmente preventivati era stata necessaria un’aggiunta pre gara causa, cui come in altri casi, aumenti dei costi dei materiali. Il concept è assolutamente street, con elementi tipici dell’architettura urbana: rampe, pedane e scalini, corrimano, muretti e piani inclinati (manny pad, curbs e flat rail).

Un terzo dello spazio totale è destinato al park, con elementi curvi e angolature per esercizi acrobatici. Una zona a bordo pista è riservata ai principianti. "Un impianto innovativo - tiene a precisare Nadia Ornago, assessore ai lavori pubblici - che guarda con favore anche alle competizioni agonistiche. Ma nei nostri progetti anche un luogo di incontro e di aggregazione non solo per la popolazione più giovane, ma per tutta la cittadinanza". E così Gianluca Villa, assessore a Sport e Giovani: "Siamo orgogliosi di aver investito in un progetto che porta a Gorgonzola nuove discipline sportive". Nel regolamento criteri di accesso, obbligo di uso protezioni, regole per l’ingresso dei minori, orari di apertura e chiusura. A margine dell’inaugurazione un concorso, ancora aperto, per la scelta del nome della struttura.