Il giallo del ginecologo sgozzato in via Macchi: nuova sfida per Cristina Cattaneo

L’anatomopatologa si occuperà del caso di Stefano Ansaldi, trovato morto in via Macchi vicino alla stazione

Cristina Cattaneo si è occupata dei casi di cronaca più eclatanti come l’omicidio di Yara Gambirasio

Cristina Cattaneo si è occupata dei casi di cronaca più eclatanti come l’omicidio di Yara Gambirasio

Milano, 24 febbraio 2024 –  L’anatomopatologa Cristina Cattaneo si occuperà del caso di Stefano Ansaldi, ginecologo campano di 65 anni trovato sgozzato il 19 dicembre del 2021 in via Macchi, vicino alla stazione Centrale di Milano.

Il pm Cecilia Vassena ha conferito infatti l’incarico a un pool medico legale per la nuova consulenza.

Oltre alla direttrice del Labanof Cattaneo, che si è occupata dei casi più importanti di cronaca, lavoreranno nel pool Annalisa D’Apuzzo e l’antropologa naturalista Giulia Caccia. Dovranno accertare, in particolare, se il taglio alla gola sia riconducibile ad un gesto "auto inferto".

Gli esperti si baseranno sull’esame autoptico eseguito tre anni fa e sulla documentazione agli atti. Se necessario, comunque, potrà essere disposta l’esumazione della salma per eseguire una seconda autopsia. I legali della famiglia Ansaldi, che non hanno mai creduto al suicidio e chiedono di indagare ancora sull’ipotesi di omicidio, hanno nominato a loro volta il professor Pietrantonio Ricci come consulente.

Approfondisci:

Stefano Ansaldi, nuove indagini sul ginecologo trovato sgozzato. Dalla mascherina al cellulare, tutti i misteri del caso

Stefano Ansaldi, nuove indagini sul ginecologo trovato sgozzato. Dalla mascherina al cellulare, tutti i misteri del caso

Gli accertamenti prenderanno il via il 7 marzo e dovranno concludersi entro 60 giorni. La nuova consulenza arriva dopo la decisione della gip Ileana Ramundo che lo scorso 8 gennaio, accogliendo la richiesta dei familiari del 65enne, ha respinto la richiesta di archiviazione della Procura, ordinando ulteriori indagini.

Il ginecologo, che aveva difficoltà finanziarie ed era arrivato quel giorno stesso da Napoli in treno, era stato visto da alcuni testimoni cadere a terra sotto un’impalcatura in via Macchi.

Nessuno, secondo quanto emerso dalle indagini, aveva però notato un presunto aggressore scappare.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro