Fabrizio Corona rinviato a giudizio per un presunto ricatto a luci rosse

A denunciarlo è stata una donna che si era rivolta a lui per servizi editoriali e pubblicitari. Il legale dell’ex re dei paparazzi: in udienza ci saranno le sorprese...

Un'immagine tratta dal video trailer sulla vita di Fabrizio Corona
Un'immagine tratta dal video trailer sulla vita di Fabrizio Corona

Milano, 23 gennaio 2024 - Nuovi guai con la legge per Fabrizio Corona: l’ex re dei paparazzi è stato rinviato a giudizio dal gup di Milano Cristian Mariani con le imputazioni di tentata estorsione e tentata truffa ai danni di una donna che lo ha denunciato per il presunto ricatto legato alla pubblicazione di un video intimo che li ritraeva insieme.

La storia

Tutto risale al 2022 quando la donna si era rivolta a Corona per dei servizi editoriali e pubblicitari su un libro che lei voleva pubblicare. Stando alla versione della vittima, tra i due ci sarebbe stato un diverbio sull'attività di sponsorizzazione del libro che ha portato all'apertura di un causa civile. Ed è in questa occasione che Fabrizio Corona avrebbe tirato fuori il loro rapporto personale, compreso il video che proverebbe la relazione sentimentale.

Approfondisci:

Fabrizio Corona condannato per i danni a un’ambulanza. L’avvocato Chiesa: non è un criminale, è solo un uomo eccentrico

Fabrizio Corona condannato per i danni a un’ambulanza. L’avvocato Chiesa: non è un criminale, è solo un uomo eccentrico

La difesa

"Non vediamo l'ora di vedere cosa succederà in udienza ci saranno le sorprese", ha dichiarato l'avvocata Cristina Morrone che difende Corona con il legale Ivano Chiesa.

L’accusa

"E' stato disposto il rinvio a giudizio e in tale sede faremo valere le nostre ragioni", ha commentato l'avvocato Angelo Morreale, che assiste la donna parte civile nel processo.

Il processo inizierà il prossimo 12 aprile davanti alla sesta sezione penale del Tribunale di Milano.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro