Milano, ragazze aggredite all’alba in zona corso Como: salvate da un tassista / Il video

Milano, l’intervento dell’auto bianca alle prime luci del giorno in viale don Sturzo: i criminali sono poi scappati in monopattino

Le immagini della tentata aggressione riprese dalla telecamere del taxi
Le immagini della tentata aggressione riprese dalla telecamere del taxi

Milano – "Tutto a posto ragazze?", chiede il tassista. "No", risponde incerta una di loro. "E allora salite", dice il conducente, invitandole a fare in fretta. Inizia così un video che ha iniziato a circolare giovedì mattina sulle chat delle auto bianche: nel filmato, girato dalla dashcam montata sulla parte posteriore del veicolo, è indicato l'orario in cui è avvenuta la scena, qualche minuto prima delle 6. Le immagini sono ribaltate rispetto alla prospettiva reale, ma gli edifici che si scorgono fanno chiaramente capire in che zona siamo: viale don Sturzo, tra la stazione Garibaldi e corso Como.

La paura e il salvataggio

Sullo sfondo si vedono alcuni ragazzi, di cui uno in monopattino, che sembrano seguire le tre amiche sul marciapiedi: il tassista, che ha già due clienti a bordo con le quali sta dialogando in inglese, le soccorre vicino alle scale mobili che portano in piazza Gae Aulenti, il che lascia pensare che stessero tornando a casa dopo una serata trascorsa in discoteca. Quando salgono sull'auto bianca, uno degli sconosciuti si avvicina alla portiera, come se volesse bloccarle o derubarle prima che si allontanino. "Levati dal c.", le urlano una ragazza e il conducente. La macchina riparte, ma si ferma subito: una delle amiche è rimasta in strada. Il conducente la fa salire e riparte, infilandosi nel tunnel di viale Liberazione.

Aggredito un altro uomo

I due sono lontani: dal video si nota che buttano a terra un terzo uomo, che forse si era avvicinato per aiutare a sua volta le ragazze, e scappano verso corso Como, uno a piedi e uno in monopattino. Il taxi svolta a sinistra verso via Gioia: "Vi lascio qui, è più tranquillo", dice il conducente prima di far scendere le passeggere vicino alla sede della Regione e proseguire la corsa. Le ragazze ringraziano e scendono, il tassista ingrana la marcia e si allontana. Tutti e quattro con la netta sensazione dello scampato pericolo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro