Milano, 15enne accoltellato in strada per difendere il fratello maggiore. Fermato l’aggressore: ha 17 anni

Via Canonica, l’aggressione in zona Chinatown. Sembra che i due giovani stessero discutendo quando il ragazzino si è messo in mezzo ed è stato colpito con un fendente all’ascella

L'intervento della polizia (Archivio)

L'intervento della polizia (Archivio)

Un ragazzo di 15 anni, di origine egiziana, è stato accoltellato in strada, nel primo pomeriggio in zona Chinatown a a Milano. Trasportato all'ospedale, non si trova in pericolo di vita. È accaduto alle 14.30 in via Canonica, traversa di via Paolo Sarpi, cuore di Chinatown, nei pressi di una fermata dell'autobus. Il giovane, secondo quanto riferito dal 118, è stato colpito da un fendente sotto l'ascella destra, ed è stato trasportato in codice giallo all'ospedale di Niguarda.

Sono bastate poche ore alla polizia, intervenuta sul posto, per individuare in zona il presunto accoltellatore: si tratta di un 17enne, anch'egli di origine egiziana ma nato in Italia. Sulla sua posizione l'autorità giudiziaria sta decidendo eventuali provvedimenti. L’aggressore si era allontanato dopo aver sferrato il fendente, ma è stato rintracciato dalle Volanti.

Nell’aggressione sarebbero rimasti coinvolti due fratelli, di 15 e 19 anni. La lite sarebbe nata con il più grande, ma ad un certo punto il più piccolo si sarebbe messo in mezzo e sarebbe stato raggiunto dalla coltellata all’ascella. Il giovane, medicato a Niguarda, ha riportato una prognosi di 60 giorni.

Per il 17enne fermato è stata disposta la custodia cautelare in carcere ed è stato accompagnato al Beccaria. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti, oltre alla lite non si esclude nemmeno la rapina, anche se risulta che i tre si conoscessero. Nell’aggressione non sarebbero stati coinvolti altri ragazzi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro