Caso Ferragni, l’ospedale Regina Margherita incassa il milione di euro donato dall’influencer

Dopo l’apertura dell’indagine sul pandoro Balocco Pink Christmas, l’imprenditrice digitale aveva annunciato in lacrime l’importante donazione per rimediare a quello che aveva definito un “errore di comunicazione”

Sulla sfondo Chiara Ferragni; nel riquadro l'esterno dell'ospedale Regina Margherita di Torino

Sulla sfondo Chiara Ferragni; nel riquadro l'esterno dell'ospedale Regina Margherita di Torino

Milano, 9 gennaio 2024 – Mentre Chiara Ferragni dice di avere fiducia nell’attività della magistratura e si mostra serena tramite i propri profili sociall’ospedale Regina Margherita fa sapere di aver incassato la somma annunciata il 18 dicembre dall’influencer. Una notizia che rafforza, per quello che si può, la posizione di Ferragni che dopo l’affaire Balocco ha trascorso un mese a cercare di risolvere un danno d’immagine, di stima e anche di collaborazioni senza precedenti.

Il Regina Margherita incassa 1 milione

Per sopperire all’‘errore di comunicazione’ e al ‘mancato controllo’ delle scelte delle sue attività, Chiara Ferragni aveva annunciato di voler donare un milione di euro al Regina Margherita per sostenere le cure dei bambini, ovvero di compiere l’atto benefico al centro della multa dell’Antitrust di dicembre 2023 e che aveva portato alla sanzione di Ferragni e Balocco per 1,4 milioni di euro per pubblicità ingannevole. 

Con una determina dirigenziale emessa il 21 dicembre scorso dal responsabile bilancio e gestione economica e finanziaria dell’Azienda sanitaria, da Torino affermano di aver incassato la somma annunciata e che l’importo è stato iscritto a bilancio anno 2023, alla voce “contributi in conto esercizio da privati/imprese”.

L'ospedale: “Valuteremo come investire i soldi”

“Presa d’atto dell’avvenuto incasso dell’erogazione liberale da parte della società TBS crew srl a favore della S. C. oncoematologia pediatrica dell’azienda ospedaliero-universitaria città della salute e della scienza di torino. Euro 1.000.000,00.” si legge in un comunicato del Regina Margherita. “Un atto di donazione – prosegue la nota – è sempre un gesto di grande generosità a supporto delle strutture che si occupano della salute dei piccoli pazienti. Nelle prossime settimane si valuterà, con il neo-commissario Giovanni Messori Ioli e Franca Fagioli (direttrice del dipartimento di patologia e cura del bambino, ndr), verso quali investimenti tecnologici dedicare la donazione, sicuramente con una logica di un ulteriore miglioramento della diagnosi, cura e umanizzazione dei percorsi dei pazienti pediatrici".

L’indagine per truffa aggravata

Nel frattempo la giustizia continua il suo corso e da ieri sia Ferragni che Alessandra Balocco, a.d. dell’azienda dolciaria, sono indagate per truffa aggravata da minorata difesa nell’inchiesta sul caso del pandoro Balocco e della falsa beneficenza. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro