ANDREA GIANNI
Cronaca

Milano, protesta davanti a polo Amazon: “Chiedete sicurezza e ci date due minuti a consegna”

Un gruppo di lavoratori si è radunato davanti alla sede di via Toffetti. Al centro della mobilitazione una serie di questioni irrisolte tra cui quella sulle tempistiche per consegnare la merce e sui ritmi di lavoro

Milano – "Chiedete sicurezza e ci date due minuti a consegna". È la frase scritta su uno degli striscioni esposti questa mattina dalla Filt-Cgil davanti al polo logistico Amazon in via Toffetti a Milano, dove un gruppo di lavoratori in sciopero si è radunato in presidio. Al centro della mobilitazione, che si inserisce nella giornata di sciopero proclamata da Cgil e Uil, una serie di questioni irrisolte sulle condizioni di lavoro nella multinazionale dell'e-commerce, tra cui quella sui tempi di consegna della merce e sui ritmi di lavoro.

A livello nazionale e regionale lo sciopero, di 4 ore nei settori privati e 8 nelle costruzioni, è stato proclamato per "sollecitare il Governo, gli enti locali e le imprese ad attuare maggiori interventi con l’obiettivo di zero morti sul lavoro, maggiori investimenti sull'attività ispettiva e misure che escludano le aziende non regolari dai finanziamenti pubblici". A Milano è in programma un presidio, dalle 16, davanti alla Prefettura.

Dal canto suo l’azienda fa sapere che: "Supportiamo gli autisti affinché si prendano il tempo di cui hanno bisogno per fare delle pause tra le fermate. Amazon richiede che tutti i fornitori di servizi di consegna operino nel rispetto delle normative vigenti e del Codice di Condotta dei Fornitori Amazon, attento a garantire che gli autisti abbiano compensi e orari di lavoro adeguati, ed effettuiamo controlli su ogni segnalazione. Per Amazon la sicurezza è al primo posto e la sosteniamo con investimenti e progetti dedicati”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro