Fiera degli Oh Bej! Oh Bej! 2023 a Milano: giorni, orari, parcheggi, novità

Il tradizionale mercatino di Sant’Ambrogio intorno al Castello Sforzesco è anche l'occasione per acquistare regali originali per tutte le tasche

Uno scorcio del mercato degli Oh Bej Oh Bej sotto il Castello Sforzesco (Foto d'archivio)
Uno scorcio del mercato degli Oh Bej Oh Bej sotto il Castello Sforzesco (Foto d'archivio)

Milano, 5 dicembre 2023 – Per i milanesi il più tradizionale e atteso degli appuntamenti della settimana di Sant’Ambrogio è la Fiera degli Oh Bej! Oh Bej!, che da cinque secoli anticipa le festività natalizie nel capoluogo lombardo ed è l’occasione per fare acquisti originali da mettere sotto l’albero. Organizzata in onore del patrono della città, Sant’Ambrogio, festeggiato il 7 dicembre, la fiera dura quattro giorni ed è tappa obbligata per vivere l’atmosfera di festa nel ponte che precede le vacanze di Natale, passeggiando tra le bancarelle, sorseggiando una bevanda calda e assaporando i dolci tradizionali, primo tra tutti il panettone.

Quando

Quest’anno la Fiera degli Oh Bej! Oh Bej! sarà aperta quattro giorni, da giovedì 7 a domenica 10 dicembre, dalle ore 8:30 della mattina fino la sera alle ore 21:00. L’ingresso alla manifestazione è aperto a tutti.

Leggi anche: Prima della Scala

Dove

La Fiera di Sant’Ambrogio 2023 sarà allestita nel perimetro intorno al Castello Sforzesco e in Parco Sempione tra Piazza Castello, via Gadio e piazza del Cannone.

Inizialmente la Fiera degli Oh bej! Oh bej! si svolgeva in piazza dei Mercanti, vicino al Duomo. Nel 1886 le bancarelle furono trasferite nella piazza sant’Ambrogio e nelle vie adiacenti, vicino alla Basilica dedicata al Patrono di Milano. Qui rimasero per 120 anni fino al 2006, anno in cui il Comune decise per un allestimento lungo parte di Foro Bonaparte, nella zona intorno al Castello Sforzesco.

Un'immagine del mercato degli Oh Bej Oh Bej (Foto d'archivio)
Un'immagine del mercato degli Oh Bej Oh Bej (Foto d'archivio)

Cosa trovare

Dai prodotti artigianali, ai giocattoli, dai vestiti usati ai prodotti di gastronomia, tra bancarelle ed espositori si possono trovare articoli di ogni genere e per tutte le tasche: vi espongono infatti rigattieri, fioristi, artigiani, mestieranti, venditori di stampe e libri, maestri del ferro battuto, rame e ottone, giocattolai, venditori di dolci, oltre alle bancarelle di caldarroste e di “Firunatt” o “Firòn”, le tradizionali castagne affumicate infilate a formare lunghe “collane”, e produttori di miele e affini.

Come arrivare

Trasporti pubblici: Per chi è di Milano le bancarelle sono facilmente raggiungibili a piedi da Piazza del Duomo, utilizzando la Linea M1 rossa della Metropolitana la fermata più vicina è Cairoli. Vicina alla zona della Fiera è anche la fermata Lanza della M2 verde. Per chi viene da fuori Milano è più conveniente parcheggiare nelle aree di snodo e prendere la metropolitana.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro