Strade dissestate: "Anche noi paghiamo le tasse"

A Maiocca, frazione di Codogno, le strade danneggiate causano disagi e pericoli per anziani e bambini in bicicletta. L'assessore ai Lavori pubblici promette interventi, ma i residenti lamentano la mancanza di manutenzione.

Strade dissestate: "Anche noi paghiamo le tasse"

Strade dissestate: "Anche noi paghiamo le tasse"

Disagi, alla frazione Maiocca per le condizioni delle strade, "anziani e ragazzini in bicicletta rischiano di cadere". È Mario Tinelli (nella foto), di 45 anni, che risiede nella piazzetta San Bernardino della frazione, a raccontare come si vive lì. "Premetto che siamo una piccola località, dove tutti cercano di tenere in ordine - dice -. È anche una zona di passaggio molto utilizzata, perché incrocio di vie ciclopedonali e transitano in tanti, per passeggiate o sport, anche da Casalpusterlengo. Se ci fosse la giusta manutenzione sarebbe tutto perfetto"! La questione delle strade è stata sollevata, nel fine settimana, da Rosanna Montani, consigliera comunale del gruppo di opposizione “Codogno 2.0”: "Strade danneggiate, buche, tombini divelti e disagi per la fibra ottica". L’assessore Severino Giovannini, delegato ai Lavori pubblici, ha confermato i continui sopralluoghi e "che la responsabilità non è del Comune, perché il progetto della fibra ottica è nazionale" e promesso "di tornare a controllare e incalzare le ditte preposte". "Le strade, intanto, sono peggiorate – sottolinea Tinelli –. Per esempio, domenica, si è formata una nuova voragine al centro di via Cà Tanzino, dove c’è la tombinatura della fognatura e non è la prima volta. È da gennaio che le strade sono in queste condizioni. Qualcuno ha disagio davanti al cancello. I rattoppi alle buche saltano alle prime bombe d’acqua, spero siano fatti asfalti definitivi. Perché anche noi paghiamo le tasse. Sono anni che segnalo anche una tombinatura lasciata indietro quando hanno costruito la strada nuova dalla rotonda di Codogno, dove c’è il sottopassaggio. E mi rivolgo anche alla Provincia, per la manutenzione dell’erba che va sulla ciclabile e impedisce quasi il passaggio dei pedoni e dei velocipedi. Se incontri qualcuno ti devi fermare. Inoltre prima di uscire, prima dei capannoni, sono mesi che ci sono transenne su un buco formato su una roggia". P.A.