PAOLA ROBERTA ARENSI
Cronaca

Vendeva droga agli studenti di Lodi. Nei guai un ragazzo di 17 anni

Nella sua cameretta la polizia ha sequestrato mezzo etto di hascisc. E’ stato denunciato per spaccio

La polizia in stazione a Lodi

La polizia in stazione a Lodi

Lodi, 23 maggio 2023 – Vendeva droga ai suoi coetanei. La vendeva nei pressi delle scuole o in stazione. Per questo un ragazzino di 17 anni è stato denunciato per spaccio dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Milano. E’ l’ennesimo giovane finito nei guai insieme ad altri minori, precedentemente indagati, per un'attività di piccolo spaccio segnalata in ambito scolastico e avvenuta sempre nel capoluogo di provincia. Ci sono infatti alcuni punti della città in cui si “riforniscono” gli studenti e che la polizia tiene costantemente monitorati per disincentivarli all’acquisto e al consumo di sostanze. E adesso, dopo essersi visto notificare una denuncia a piede libero, per l’accusa di cessione di stupefacenti, il ragazzo dovrà difendersi dalle accuse davanti al giudice.

Durante gli accertamenti gli agenti hanno trovato e sequestrato 51,12 grammi di hashish, un bilancino precisione e del denaro in contante suddiviso in banconote da piccolo taglio.

La droga era nascosta tra gli indumenti e gli effetti personali dell’interessato e non sono sfuggiti al fiuto della cinofila. I soldi in questione, secondo la polizia, potrebbero essere il provento dell’attività che viene contestata.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, da parte degli inquirenti, il minore avrebbe verosimilmente effettuato delle cessioni di sostanze stupefacenti a coetanei, quindi minori di anni 18, a Lodi. Lo smercio, sempre secondo l’accusa, sarebbe avvenuto nei pressi della stazione ferroviaria di Lodi o in zone adiacenti agli istituti scolastici del capoluogo di provincia e appunto frequentate dagli alunni. E gli acquirenti sarebbero appunto iscritti in diversi istituti lodigiano e comunque giovanissimi. Ora in Tribunale saranno accertati i fatti.