Tragedia a Bareggio, operaio perde la vita dopo un volo di 7 metri. Viveva nel capannone

Dopo la separazione restava a dormire su un materassino. Ieri mattina il 53enne è precipitato nel vuoto dal tetto

Tragedia in azienda. Operaio perde la vita dopo un volo di 7 metri. Viveva nel capannone
Tragedia in azienda. Operaio perde la vita dopo un volo di 7 metri. Viveva nel capannone

Bareggio, 23 gennaio 2024 – Viveva all’interno dell’azienda dove lavorava l’operaio di 53 anni che nella mattinata di ieri ha perso la vita a Bareggio. L’uomo è morto poco dopo le 7 dopo essere caduto dal tetto di un capannone di una ditta di carpenteria metallica in via Gran Sasso.

Secondo una prima ricostruzione il 53enne, di origine albanese, aveva iniziato a dormire nella ditta dove lavorava da tempo dopo la separazione dalla moglie e le diverse vicende economiche. L’operaio sarebbe precipitato per circa 7 metri forse a causa di un parapetto ammalorato presente sul tetto dell’azienda.

Il suo cadavere è stato trovato intorno alle 7.15 di ieri mattina nel cortile della ditta. Sul posto sono stati trovati un materassino e altri suoi oggetti personali, segno che l’uomo era presente in azienda fin dalla notte, probabilmente trascorsa proprio all’interno del capannone. Sulla vicenda indagano i carabinieri della compagnia di Abbiategrasso e gli ispettori dell’Ats che stanno cercando di definire quanto accaduto. L’uomo potrebbe aver avuto un malore che ne ha causato la caduta, oppure potrebbe essere caduto accidentalmente mentre stava lavorando.

ll più elevato numero di decessi totali si è verificato in provincia di Milano (37). Seguono: Brescia con 33 decessi, Bergamo (21), Cremona (8), Como (7), Varese e Lecco (6), Monza Brianza e Pavia (5), Mantova e Lodi (4), Sondrio (3). Milano è in cima alla graduatoria anche quando si analizzano gli infortuni mortali in occasione di lavoro con 30 vittime. Seguono: Brescia (27), Bergamo (13), Como, Cremona, Lecco, Monza e Brianza e Varese (5), Lodi (4), Pavia, Sondrio e Mantova (3). Sono 91.101 le denunce di infortunio complessive su un totale, in Italia, di 489.526. Vale a dire oltre il 18,6% di quelle rilevate in Italia. È la provincia di Milano quella con il maggior numero di denunce totali di infortunio (30.179), seguita da: Brescia (12.792), Bergamo (11.063), Varese (7.651), Monza e Brianza (6.567), Como (4.222), Mantova (4.062), Pavia (3.951), Cremona (3.799), Lecco (2.961), Lodi (2.102) e Sondrio (1.752).